energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Aerocene, aracnomanzia e visioni di Tomás Saraceno Cultura

Firenze – L’oracolo dell’Aracnomanzia propone contemporaneamente trentatré futuri. Quando interroghi la ragnatela, gli oracoli-ragnatela scelgono la tua carta, in un altro Universo, i ragni scelgono la tua carta. Seguiamo la ragnatela e lasciamoci guidare dalle forze ultrasensibili dei ragni!

Sulla soglia della Sesta Estinzione di Massa, Saraceno, artista di origini argentine, ci trasporta in una sua personale visione del mondo, connesso e dominato da elementi come i ragni, le piante e le forze della natura usate in modo responsabile.

Dal 22 febbraio al 19 luglio 2020 nel cortile e nelle sale di Palazzo Strozzi a Firenze è allestita la più grande mostra italiana dell’eclettico, visionario Saraceno: “Aria”. 

“Aria” di Tomás Saraceno è una mostra site specific, dove, o in spazi luminosi o nel vuoto siderale vivono tele di ragni e complesse installazioni quasi trasparenti. Atmosfere rarefatte con composite strutture, alcune vive, vibranti, sonore, delicate e allo stesso tempo forti e ingegnose sono inserite negli spazi rinascimentali in una convivenza magica e di grande impatto emotivo.

Saraceno si muove tra arte, architettura e scienza, discipline che messe insieme diventano lo strumento per una ricerca profonda per sconfiggere le catastrofiche previsioni di un futuro prossimo sulla vita terrestre. Immaginando una nuova visione del mondo è possibile la realizzazione di un mondo nuovo, una nuova era, l’Aerocene, appunto, connotata da una sensibilità verso gli ecosistemi e un comportamento più rispettoso dell’ambiente.

Polveri sottili, combustibili fossili, pesticidi e tutti i veleni che minacciano l’esistenza degli esseri viventi dovrebbero essere sostituiti partendo da una visione prospettica diversa, con una fitta rete di azioni, interazioni e reciprocità da permettere cambiamenti ed evoluzioni ambientali tali da modificare un percorso senza speranza.

Questo è il messaggio che Tomás Saraceno ci trasmette con le numerose installazioni presenti nello spazio esterno e interno di Palazzo Strozzi.

Una mostra, dove un affiatato team, composto dallo Studio Saraceno e dall’istituzione della sede fiorentina, ha progettato una serie di installazioni ma anche tanti eventi coinvolgenti rivolti alla sensibilizzazione del pubblico. Dalle carte da Aracnomanzia, Arachnomancy Cards, a Connectome, dal nome della mappa delle connessioni neurali del cervello, con sculture poliedriche sospese, da Sounding the Air, Suonando l’aria, e  Webs of At‐tent(s)ion, Reti di at‐tenz(s)ione, tutti i visitatori potranno immergersi in mondi sensoriali inusuali al centro dei quali galleggiano silenziose e immobili ragnatele.

L’arte di Tomás Saraceno ci fa riflettere su problemi e sfide caratteristici della nostra era – l’Antropocene – divenuti sempre più urgenti, come l’inquinamento, i cambiamenti climatici, la sostenibilità, il superamento di barriere geografiche e sociali – dice Arturo Galansino, Direttore Generale della Fondazione Palazzo Strozzi e curatore della mostra. – A Palazzo Strozzi la ricerca artistica di Tomás, che con la sua visione aperta e interconnessa schiude mondi utopici e allo stesso tempo reali, viene ulteriormente amplificata di senso e resa esteticamente unica dal confronto con il nostro edificio, simbolo dell’Umanesimo”.

La filosofia che si cela dietro queste composizioni fatte di fili di seta di ragno, silicone e fibre di carbonio fa emergere a poco a poco la consapevolezza che tutto può cambiare sulla Terra, gli animali possono estinguersi come l’uomo, ma i ragni sono gli esseri viventi che potrebbero sopravvivere grazie alle loro caratteristiche vitali e alla loro estrema sensibilità.

Il prezioso messaggio ecologico e senza confini di Saraceno non è relegato nella prestigiosa sede di Palazzo Strozzi ma si estende in città, attraverso numerosi eventi e iniziative che coinvolgeranno anche altre istituzioni e spazi pubblici, dove il pubblico potrà interagire e farsi coinvolgere.

In occasione dell’inaugurazione della mostra, sabato 22 febbraio, alle ore 15.30, presso il Cinema Odeon a Firenze, ospita la proiezione del film “Fly with Aerocene Pacha”, con ingresso gratuito fino ad esaurimento posti.

La mostra è promossa e organizzata da Fondazione Palazzo Strozzi e dallo Studio Tomás Saraceno. Con il sostegno di Comune di Firenze, Regione Toscana, Camera di Commercio di Firenze e Fondazione CR Firenze. Con il supporto di Terna. In collaborazione con Manifattura Tabacchi e con la partecipazione di Istituto Europeo di Design (IED).

 

Tomás Saraceno. Aria

Firenze, Palazzo Strozzi

22 febbraio‐19 luglio 2020

Info: T. 055 2645155 – www.palazzostrozzi.org

Orari: Tutti i giorni 10.00‐20.00, giovedì 10.00‐23.00

 

In foto:

-® Photography by Studio Tom+ís Saraceno, 202019ITA_Firenze_PalazzoStrozzi_00195

Tomás Saraceno. Palazzo Strozzi. © Alessandro Moggi, 2019

 

Print Friendly, PDF & Email

Translate »