energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

Aeroporti Toscani, Regione risponde alla interrogazione del M5S Politica

Firenze – La Giunta toscana risponde all’interrogazione urgente del Movimento 5 Stelle, spiegando le ragioni del voto di astensione in sede di Cda di Toscana Aeroporti sulla ridistribuzione dei 7 milioni di utili tra soci pubblici e privati, e rendendo noto l’elenco parziale della spese sostenute dalla società con parte dei 10 milioni di contributo pubblico erogato dalla Regione come forma di ristoro per gli effetti del Covid.

“Dei 10 milioni di euro di sovvenzione regionale ricevuti da Toscana Aeroporti come forma di ristoro Covid – e vincolati alla tutela occupazionale da un nostro specifico atto – la cifra per cui oggi la Regione dispone di una prima e parziale rendicontazione riguarda meno di un terzo di quei soldi; e tra gli impegni già assunti nessuno sembrerebbe riferirsi direttamente alla salvaguardia dei livelli occupazionali negli scali di Pisa e Firenze.” Ad affermarlo è la Capogruppo del Movimento 5 Stelle in Consiglio Regionale Irene Galletti.

In una lettera inviata da Toscana Aeroporti a fine novembre 2021, la società rendicontava alla Regione una spesa di circa 3 milioni di euro, sostenuta con parte dei soldi del contributo erogato in funzione della legge regionale 95/2020, per attività che si riferiscono al pagamento dei seguenti servizi: presidio sanitario aeroportuale, pulizie, assistenza PRM, presidio gestione emergenze, manutenzione BHS, manutenzione IT, manutenzione infrastrutturale e servizi correlati, facchinaggio e vigilanza. Voci che in verità potrebbero anche includere interventi di tutela occupazionale – chiarisce Galletti – ma che non possiamo correttamente appurare a causa dell’estrema sintesi mantenuta per tale aspetto nella risposta, fattore che la rende ovviamente insoddisfacente.”

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »