energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Aeroporto, chiusa istruttoria comunale su impatto ambientale Cronaca

Firenze – Chiusa l’istruttoria del Comune sulle integrazioni alla valutazione di impatto ambientale dell’aeroporto: ieri mattina la giunta ha preso atto del parere tecnico sulle integrazioni progettuali prodotte da Enac, nell’ambito della procedura di ‘valutazione di impatto ambientale’ (Via) relativa al master plan 2014-2029 dell’aeroporto Vespucci. Un contributo che è stato richiesto dalla Regione per l’espressione del proprio parere nell’ambito della procedura di Via che interessa opere di competenza dello Stato. 

Ed ecco le richieste avanzate dal Comune, che ha preso atto delle indicazioni fornite, dando il via libera alla prosecuzione della procedura: anzitutto, l’ente comunale richiede che nei successivi sviluppi progettuali siano considerate alcune prescrizioni quali condizioni per garantire una migliore compatibilità ambientale ed un corretto inserimento dell’intervento nel sistema infrastrutturale dell’area. 

Tra le indicazioni del Comune si segnala la richiesta di messa in sicurezza delle strutture ed infrastrutture da realizzare vulnerabili in caso di esondazione e la compensazione dei volumi sottratti alla libera espansione delle acque. Nel parere si ricorda altresì di redigere, nelle fasi successive di progettazione, il cosiddetto ‘piano di utilizzo delle terre’. 
In tema di mobilità è richiesto un approfondimento della compatibilità del sistema infrastrutturale in ordine anche alle future previsioni sulla zona, oltre al nuovo scalo aeroportuale, per poter definire nel dettaglio eventuali interventi di miglioramento da apportare al sistema viario oltre a quelli già previsti. 

Infine, circa la questione che riguarda la linea 2 della tramvia, si richiedono soluzioni per superare l’interferenza determinata dal nuovo aeroporto, con la garanzia di mantenere le attuali condizioni economiche di realizzazione e gestione. Si ricorda infine che sono state già studiate delle possibili soluzioni per contemperare le esigenze di entrambe le infrastrutture ma che è necessario formalizzarle. 

Print Friendly, PDF & Email

Translate »