energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Aeroporto di Firenze, balzo record 2014: +13,5% di traffico passeggeri Economia

Firenze – Nonostante le polemiche, le battaglie, i pareri e i contropareri, il 2014 regala all’Aeroporto di Firenze un graditissimo record, che Marco Carrai, l’attuale presidente di Adf, va a incassare con evidente soddisfazione. Infatti, a conclusione dell’anno, si contano i superamenti di primato storico della piazza fiorentina, che salta la soglia dei due milioni di passeggeri con una crescita a fine anno del 13,5%. Da sottolineare che il record è “saltato”,in termini di traffico passeggeri, anche a livello mensile: a partire da Aprile, il risultato si è riprodotto a ogni mese.

Numeri? Eccoli, consegnati al pubblico da una nota della stessa Adf: 2.251.994 passeggeri trasportati nei 12 mesi del 2014; 37 destinazioni servite, con il picco massimo nel periodo estivo; 33.976 movimenti aerei nello stesso periodo, in aumento dell’ 8%.

In poche parole, il miglior risultato di sempre. E tutto ciò, nonostante lo sgambetto tirato dal tempo, che in particolare durante l’estate scorsa ha prodotto una serie di fenomeni metereologici avversi. A mettercisi, c’è stato anche il massiccio sciopero dei piloti Air France che nel mese di settembre ha provocato numerose cancellazioni. Insomma, conclude Adf in nota, senza tali eventi di rallentamento il dato finale del traffico passeggeri avrebbe superato i 2,3 milioni. Un risultato tuttavia che non è giunto per caso: infatti all’aumento delle frequenze su alcune destinazioni s’è aggiunto l’utilizzo di nuovi aeromobili più capienti da parte di alcune delle principali compagnie aeree e soprattutto l’apertura di nuove rotte.

Uno sguardo d’attenzione è importante posarlo sulle destinazioni, in particolare perché è proprio su questo fronte che si gioca la partita (e la polemica) con l’aeroporto “fratello” di Pisa. Dunque, secondo l’analisi di Adf, “l’analisi del traffico conferma il posizionamento del Vespucci come scalo Full Service Carrier, con la netta predominanza di voli internazionali, quasi l’80% dei passeggeri, in aumento del 13,5% rispetto al 2013. In positivo anche quelli nazionali, in aumento del 14,3% rispetto al 2013”.

Fra le destinazioni estere la più gettonata rimane Parigi, con oltre 462 mila passeggeri tra Charles de Gaulle e Orly, seguita da Francoforte con 283 mila passeggeri, da Roma con 196 mila e a ruota Monaco 183 mila, Zurigo 154 mila, Amsterdam 146 mila, Londra 130 mila tra Gatwick e il London City Airport, Barcellona 102 mila.

Per quanta riguarda le compagnie, la parte del leone la fa Vueling, con 526 mila passeggeri trasportati che rappresentano il 23% del totale, in aumento del 72% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Mantengono la posizione Air France e Lufthansa come vettori leader sullo scalo fiorentino, rispettivamente con 373 mila e 283 mila passeggeri. Al quarto posto Alitalia con196 mila passeggeri trasportati, seguono Air Dolomiti, Swiss e Klm.

A commento dei risultati, Marco Carrai, Presidente di Aeroporto di Firenze S.p.A., gongola ma non si sbilancia pur guardando al futuro prossimo: “Si tratta di un risultato molto importante a cui si é giunti grazie al lavoro di molti. Ma non si tratta di un punto di arrivo, bensì di un punto di partenza che costituisce le basi per la crescita dell’Amerigo Vespucci come nodo strategico della Toscana centrale. Nei prossimi mesi attendiamo già le prime novità sull’apertura di nuove rotte verso l’est europeo e verso importanti paesi dell’area mediterranea”.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »