energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

“Affetti speciali”, il nuovo percorso di film per le scuole Cinema, Spettacoli

Le proiezioni per le scuole, organizzate da “Laboratorio Immagine Donna, Giardino dei Ciliegi, Mediateca di Fondazione Sistema Toscana e Provincia di Firenze, con la collaborazione di unicoopfirenze,  iniziano venerdì 25 ottobre, proseguono lunedì 28 ottobre,  martedì 29 e si concludono mercoledì 30, al cinema Odeon, in piazza Strozzi.
“Far conoscere i migliori film  realizzati  dalle  donne  del  mondo- spiegano Maresa D’Arcangelo e Paola Paoli, organizzatrici del Festival Internazionale di Cinema e Donne- significa offrire utili e interessanti occasioni  di informazione e formazione  critica  rispetto  ai temi  e problemi trattati ma anche ai linguaggi e modi della comunicazione visiva”
“Spesso  le  opere  presentate- puntualizzano- giungono da  aree caratterizzate da forti conflitti  dove girare un film può essere un atto di  coraggio e non solo una forma di comunicazione o di espressione artistica”
Ogni anno, infatti, il festival di Cinema e Donne conferisce un premio speciale proprio al miglior film, recente e a firma femminile, utile come strumento per la risoluzione  nonviolenta  dei  conflitti  attraverso  il dialogo e la conoscenza. Si tratta  del “Sigillo della Pace”, un’iniziativa  nata  dalla collaborazione  tra il Comune  di  Firenze  e  l’associazione “Laboratorio Immagine Donna”, che restituisce attualità a un’antica onorificenza della Repubblica Fiorentina.
L’elemento che accomuna questi film, assai diversi tra loro, è,  infatti,  il tema-simbolo del  “movimento”.
Infatti per la giovanissima  protagonista del film di venerdì 25 , alle 10, “La bicicletta verde” (si tratta, probabilmente, del primo film  arabo saudita  distribuito  in  Italia) correre in bicicletta diviene una rivendicazione di libertà e autonomia individuale in un paese  in cui le donne adulte non possono, per legge, condurre un’auto.
In “Le sac de farine”, martedì 29 , sempre alle 10, è il movimento migratorio tra Africa del nord ed Europa a determinare la presenza, sia in Europa che in Africa, di una generazione di bambine e giovani donne cresciute tra  due culture, due  lingue  e  due modelli femminili. Sta a loro utilizzare il meglio di ciò che hanno  appreso  dalla  loro duplice esperienza per diventare le protagoniste delle loro vite.
Infine un viaggio attraverso  il tempo  crudele  della seconda guerra mondiale, dalla Toscana  alla  Russia e ritorno.  Il film “In  guerra  senza   uccidere”, mercoledì 30, alle 10,  ripercorre il viaggio compiuto  da  un  ragazzo  di  Firenze  che parte per la guerra deciso a non uccidere nessuno e  mantiene il suo  impegno  morale  riuscendo a sopravvivere  e  tornare a casa.  Lo racconta alla figlia come qualcosa di assolutamente non eroico solo, “normalmente”, umano.
L’evento speciale per le scuole elementari e medie sarà, poi, l’incontro con un personaggio molto amato da giovani e adulti, la scrittrice Bianca Pitzorno. Sarà proiettato  il film d’animazione tratto dal  suo  libro “Clorofilla dal cielo blu” , alle 9, 30, lunedì 28, prodotto dalla  televisione svizzera e da lei stessa sceneggiato.
In  questa occasione saranno premiate anche le  scuole che  si sono segnalate  per l’originalità  dei percorsi didattici intrapresi in occasione dell’incontro dell’anno passato con la regista Cecilia Mangini.
Le prenotazioni possono essere effettuate via e-mail: dicinema@virgilio.it o via fax: 0554486908

 

Vincenza Fanizza

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »