energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Affido familiare, coinvolti 120 famiglie e single Cronaca, Società

Firenze –  Al via la settimana edizione del Mese dell’Affido, serie di iniziativa del Centro Affidi del Comune di Firenze per stimolare al massimo i genitori a prendere in affido minori con difficoltà familiari.

La campagna è stata presentata questa mattina in Palazzo Vecchio dall’assessore al welfare Andrea Vannucci. Si tratta di una serie di eventi informativi artistici e divulgativi per adulti e bambini. Scopo delle iniziative è promuovere la cultura dell’accoglienza e dell’affidamento in ambito familiare e di sensibilizzare nuove famiglie o singole persone per offrire ad un bambino la possibilità di crescere in un ambiente che risponda ai suoi bisogni.

“Questa è un’iniziativa – spiega l’assessore Vannucci –  che sta dando buoni risultati dal punto di vista dello scopo che si era prefissata ovvero la tutela del minore e la sua crescita. E’ un’attività che coinvolge un pluralità di soggetti perché l’affido familiare vede protagonisti tre attori: la famiglia di origine, la famiglia affidataria ed i nostri servizi con il centro affido. Con il monitoraggio del tribunale dei minori”.

Ad oggi nella banca dati del Centro Affidi del Comune di Firenze ci sono circa 120 famiglie e single. Nel solo 2019 su sono avvicinate all’affido 25 nuclei affidatari.

I progetti di affidamento eterofamiliare in corso sono 87 di cui 15 attivati nel 2018. Attualmente ci sono ancora circa 25 bambini che aspettano una famiglia/ persona single ‘giusta’ per la loro situazione. Nel corso del 2018 si sono conclusi 15 progetti di affido di cui 8 si sono conclusi con il rientro del minore nella propria famiglia d’origine.

Il primo evento si terrà giovedì 10 ottobre alle 17 al Tepidarium del Roster al Giardino dell’Orticoltura dove ci sarà l’Open Day del Centro affidi, che aprirà le porte alle famiglie e alle singole persone interessate a reperire informazioni sull’esperienza dell’affidamento familiare e a conoscere i protagonisti dell’affido attraverso testimonianze dirette.

Contemporaneamente i bambini saranno impegnati nel laboratorio artistico “Intrecci” a cura dalla Fondazione Primo Conti dell’associazione Artisti fiesolani. Alla fine sarà realizzata un’opera che sarà esposta all’interno della mostra collettiva del 20 novembre prossimo in occasione della Giornata mondiale dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza.

“In questi anni il Mese dell’affido  – ha continuato l’assessore Vannucci – con le sue tante e belle attività è servito come strumento di grande apertura e coinvolgimento della cittadinanza e ha visto l’aumento del numero delle persone e delle famiglie che hanno scelto di prendere in affido un minore”

Il Mese dell’affido prosegue sabato 12 ottobre alle 17 presso la Biblioteca Luzi Q2 con la presentazione del libro ‘Alice’, in cui l’autrice Paola Giannò racconta di un’esperienza di affidamento familiare; per bambini e ragazzi verrà proiettato un film di animazione sul tema dell’accoglienza. Si continua mercoledì 16 ottobre alle 20.30 in un’altra biblioteca fiorentina, la Biblioteca Buonarroti Q5, con la proiezione di un film sul tema dell’affidamento familiare.

Il Mese dell’Affido si conclude con ‘La parola agli esperti’ ovvero due conferenze, la prima delle quali intitolata ‘Esperienza e buone prassi di affidamento familiare in Italia’ tenuta dal Coordinamento nazionale Servizi affido (CNSA), che si terrà giovedì 24 ottobre, mentre la seconda conferenza dal titolo ‘Adolescenti e nuove teconologie’, tenuta dal direttore UFSMIA di Firenze dottor Mario Landi si terrà martedì 29 ottobre; entrambe presso il Salone Brunelleschi al Palagio di Parte Guelfa alle 17.30.

“È essenziale continuare a credere nell’importanza delle iniziative di formazione e dell’informazione sull’affido – ha concluso Vannucci -, da quelle ricreative per i bambini a quelle a scopo informativo rivolte a coloro che vogliono prendere un minore in affido le potenzialità e i rischi di questo istituto, affinché possano fare questa scelta nel modo più consapevole possibile”.

La partecipazione a tutti gli eventi è gratuita, solo per alcune iniziative è necessaria la prenotazione. Il programma completo è disponibile su http://centroaffidi.comune.fi.it.

Per info sull’affido familiare è possibile contattare il Centro affidi (via Palazzuolo, 12) ai numeri 055.2616445 – 2616437 oppure scrivendo una mail all’indirizzo centroaffidi@comune.fi.it

Print Friendly, PDF & Email

Translate »