energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Affitti brevi, 16 città a Bruxelles per regolare le locazioni turistiche Breaking news, Cronaca

Firenze – Domani, 26 settembre, Firenze sarà fra le sedici città che si incontreranno a Bruxelles per arrivare a una regolamentazione europea del settore delle locazioni turistiche. Per Firenze parteciperanno l’assessore regionale al turismo Stefano Ciuoffo e l’assessore al turismo del Comune di Firenze Cecilia Del Re.

Firenze ha aderito alla rete europea nel luglio scorso. Il network si propone di spingere la Commissione europea ad adottare provvedimenti che consentano alle autorità locali una più efficace gestione del fenomeno delle locazioni turistiche brevi, per tutelare identità e residenza nei centri storici delle grandi capitali europee d’arte. Queste città, dopo la nascita e il successo delle piattaforme di sharing economy come Airbnb, stanno affrontando problemi analoghi senza avere gli strumenti necessari per governare il fenomeno.

La Regione Toscana aveva approvato una norma contenuta nel nuovo Testo unico sul turismo, per porre limiti agli affitti turistici brevi. Tale norma è stata però impugnata dal governo di fronte alla Corte costituzionale per eccesso di competenza. È rimasto in vigore l’obbligo di comunicazione ai comuni da parte dei proprietari, entrato in vigore a maggio 2019.

Va ricordato che l’adesione di Firenze e Venezia al network delle città europee, è nata anche su sollecitazione di centinaia di cittadini che hanno sottoscritto l’appello lanciato da due associazioni di cittadinanza attiva, Progetto Firenze e Gruppo 25Aprile Venezia.

Il gruppo delle città europee è nato per lo scambio di esperienze e buone pratiche, con il coordinamento della città di Amsterdam. Firenze ha aderito alla rete a luglio 2019, andando ad affiancare le città di Amsterdam, Atene, Barcellona, Berlino, Bologna, Bordeaux, Bruxelles, Cracovia, Lisbona, Madrid, Monaco, Parigi, Reykjavik, Valencia e Vienna.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »