energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

“Agricoltura, ambiente, prodotti locali” Ambiente, Società

Ben 292 moduli didattici -ognuno composto da una lezione teorica in aula e una pratica all’esterno- assegnati ad altrettante classi del territorio provinciale, con un coinvolgimento di oltre 6.200 studenti. Questi i numeri essenziali dell’edizione 2012-13 del progetto “Agricoltura, ambiente, prodotti locali”, rivolto gratuitamente a tutte le scuole di ogni ordine e grado di Pisa e del territorio. L’iniziativa, è promossa, coordinata e finanziata dalla Provincia di Pisa attraverso l’assessorato sviluppo rurale; e beneficia della collaborazione dell’assessorato provinciale alla pubblica istruzione, nonché del patrocinio di Regione Toscana, Associazione nazionale Città dell’Olio, Associazione nazionale Città del Tartufo, Comitato nazionale Parchi per Kyoto onlus.
Nel suo ruolo di ente locale di coordinamento e di promozione socio-culturale dell’intera comunità, la Provincia”, spiega l’assessore allo sviluppo rurale Giacomo Sanavio, “ha in questi anni messo a disposizione delle scuole un progetto gratuito e articolato, con l’obiettivo di favorire momenti di riflessione e formazione sulle tematiche legate all’agricoltura, al cibo, agli stili di consumo, all’uso corretto degli ambienti e delle risorse naturali, alla conoscenza del paesaggio e della fauna. Le finalità del progetto – prosegue –trovano piena coerenza con il percorso istituzionale di strutturazione del ‘Piano del Cibo’, sul quale la Provincia sta lavorando, consistente anzitutto in un processo culturale che coinvolge numerosi soggetti: dai produttori ai consumatori, dalle amministrazioni pubbliche agli operatori della salute, da quelli commerciali al mondo associativo e della cosiddetta società civile”.
I 292 moduli didattici assegnati sono raggruppati in tre aree tematiche: “A scuola nell’azienda agricola” (171); “Conoscere l’albero, il bosco, la fauna e il paesaggio rurale”, (98); “Conoscere mare e fiumi” (23). Quanto alla ripartizione anagrafica delle 286 classi coinvolte, eccone il panorama: 9 fanno parte di scuole dell’infanzia; 228 sono delle elementari; 49 delle medie; 6 delle superiori. Infine, la mappatura geografica; le scolaresche (che rappresentano ben 28 comuni della provincia) sono così distribuite: 110 classi appartengono all’area Pisana; 37 al Valdarno; 91 alla Valdera; 22 alle Colline Pisane; 32 alla Valdicecina.
Come detto i moduli didattici sono articolati in una lezione teorica in classe e una lezione pratica all’esterno: in aziende agricole, frantoi, sul territorio. E alla realizzazione di questi laboratori collaborano con la Provincia oltre 50 soggetti, tra pubblici e privati.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »