energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Agricoltura, confronto interregionale sulle politiche future Notizie dalla toscana

Si avvicina la conclusione della programmazione 2007-2013 del Feasr (fondo europeo agricoltura e sviluppo rurale) che vede le Regioni impegnate, attraverso i programmi operativi regionali, nel sostenere la competitività delle aziende agricole. In vista della programmazione 2014-2020 le Regioni Liguria, Umbria, Toscana e Marche, si incontrano a Perugia per avviare le riflessioni sul futuro del mondo agricolo, alla luce dei nuovi regolamenti comunitari post-2013. "La Pac e lo sviluppo rurale post 2013", il titolo del smeinario organizzato dalla Regione Umbria insieme all' Istituto nazionale di economia agraria (Inea). Gli assessori alle politiche agricole delel quattro regioni saranno impegnati in quello che è il primo confronto interregionale sugli scenari futuri dell'agricoltura nelle regioni europee. I lavori saranno aperti dall'intervento dell'autorità di gestione del programma di sviluppo rurale della Regione Umbria, rappresentata da Ciro Becchetti. Seguirà una prima sessione di contributi: la relazione di Felice Adinolfi (Universita' di Bologna) sulle proposte della Commissione europea per la politica agricola comunitaria (Pac) post 2013, la relazione di Giuseppe Blasi (Ministero delle politiche agricole, forestali e alimentari)  sulle proposte per lo sviluppo rurale nella programmazione 20014-2020, e la relazione di Giancarlo Nanni (Agea) sul sistema dei pagamenti.
Il focus della seconda sessione, presieduta da Franco Garofalo del Servizio regionale rapporti con le politiche agricole comunitarie e nazionali, sarà sulla dimensione locale, dimensione di attenzione fondamentale per l'attuazione dei programmi regionali  di sviluppo rurale: l'agricoltura e gli strumenti di sviluppo locale. Il programma prosegue con una tavola rotonda (17:40), presieduta dal direttore generale di Inea Alberto Manelli, alla quale parteciperanno gli assessori regionali all'agricoltura Fernanda Cecchini (Umbria), Paolo Petrini (Marche), Gianni Salvadori (Toscana) e Giovanni Barbagallo (Liguria). Le conclusioni (18:30) sono affidate al presidente della Regione Umbria, Catiuscia Marini.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »