energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Al Ceppo di Pistoia 72 nuovi posti per cure intermedie Cronaca, Notizie dalla toscana, Pistoia

A sette anni dalla sua dismissione l’ospedale del Ceppo a Pistoia torna a nuova vita con l’inaugurazione questa mattina del nuovissimo reparto dedicato alle cure intermedie. Si tratta di una superficie di circa 3.000 metri quadrati collocati al secondo e al terzo piano dell’ex padiglione ospedaliero Cassa di Risparmio in cui sono stati ricavati, in camere da due a tre posti letto con bagno, 72 posti dedicati a uno dei punti cardine del nuovo assetto organizzativo sanitario regionale: serviranno a supportare meglio le dimissioni ospedaliere con strutture a carattere territoriale in grado di favorire il recupero dei dimessi. Alla cerimonia di inaugurazione sono inrtervenuti il presidente della Regione Toscana Enrico Rossi e l’assessore al Diritto alla salute Stefania Saccardi. “E’ nello spazio di mezzo tra ospedale e casa che si collocano questi 72 posti letto che rappresentano una svolta in positivo anche nella percezione dei servizi da parte dei cittadini. “Qui a Pistoia – ha concluso Rossi – c’è stato un contagio importante, ma il nuovo ospedale ha dato il massimo. Da oggi, grazie a questa nuova struttura, siamo ben attrezzati anche per far fronte a nuove esigenze che dovessero emergere”.

I lavori, curati dell’area tecnica dell’Azienda Usl Toscana Centro, sono stati completati in appena un paio di mesi con interventi di manutenzione ordinaria e opere di ripristino che hanno consentito di rendere nuovamente fruibili tutti gli ambienti. L’intero reparto si completa con i locali ausiliari: ambulatori per le visite, stanze per il personale, locali tecnici e di deposito. Sarà gestito h24 da personale medico, infermieristico e da operatori socio sanitari. La nuova struttura potrà essere utilizzata nel caso di una nuova emergenza sanitaria per favorire la dimissione dei pazienti ancora positivi ma in fase post- acuta. La ristrutturazione del “Padiglione Cassa di Risparmio” dell’ex presidio del Ceppo verrà completata con il nuovo Punto Prelievi, di prossima apertura, che andrà a sostituire quello ubicato da tanto tempo in via del Ceppo. In complessivi 600 metri quadrati, con un investimento di 500mila euro, sono state realizzate la sala d’attesa per l’accettazione e quella per accedere al prelievo dove saranno allestiti i sistemi elimina code mediante monitor, un’area dedicata alla reception e cinque ambulatori per l’attività di prelievo con bagni e locali di supporto. Anche gli ambulatori destinati ai prelievi saranno riconvertibili: in caso di emergenza sanitaria potranno essere utilizzati per attività sanitarie diverse come ad esempio le visite.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »