energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Al Teatro Romano la storia di Odoardo Spadaro in musical Spettacoli

Fiesole – ATeatro Romano di Fiesole va in scena un’edizione speciale di “LA PORTI UN BACIONE A FIRENZE”, il musical sulla vita di ODOARDO SPADARO ee su 50 anni di storia fiorentina, scritto, ideato e diretto da Rodolfo Banchelli, che durante la stagione invernale lo ha portato con gran successo in vari teatri della Toscana, perfezionandolo ad ogni replica.

Sul palco con lui ci saranno Cinzia D’Aloisio, Cica Johnson, Annalisa Bratti, Florise Sbrancia, Gianmarco Sieni, Alessandro Giobbi, il bravissimo comico e cabarettista (ex-Carramba boy di Raffaella Carrà) Cristiano Chesi, Jimmy Rusha, Gloria Fantigini e i ballerini e cantanti della “Bottega dello Swing”, La scuola di Danza «L’art de la danse» e «Crazy rock ballet», i cantanti Laura Landi e Gianni Salamone, Alessandro Masti di Radio Toscana, i 4 Formaggi La zia Ade e i latin Country, il coro Cantantutticantanchio.

Un musical per tuffarsi nella miglior tradizione fiorentina: il racconto del grande chansonnier di San Frediano, uno dei primi cantautori, che ebbe successo in tutto il mondo dagli anni Dieci agli anni Sessanta, è una storia divertente, entusiasmante ed intensa, che narra anche mezzo secolo di storia italiana, attrraversando due guerre mondiali e le innovazioni tecnologiche e culturali del Dopoguerra.

Del poliedrico artista fiorentino Rodolfo Banchelli è appena uscito l’album «I cantautori non ballano», ma in scena lui balla, oltre a cantare: d’altronde, nel curriculum, ha un titolo di campione mondiale di rock’n’roll, tre partecipazioni a Sanremo e una vittoria al Festival di Castrocaro, oltre a collaborazioni con nomi illustri dello spettacolo, da Dario Fo a Lucio Dalla.

Raccontando Odoardo Spadaro (1893-1965), si ripercorrono i suoi primi anni di vita a San Frediano, il quartiere popolare per eccellenza di Firenze; i suoi studi alla scuola di recitazione, il suo debutto nel varietà, la sua affermazione a Parigi e nel resto del mondo nel genere della “rivista”, il suo ritorno in Italia… E naturalmente si cantano e si ballano le sue più belle canzoni, scritte sempre con grande sensibilità e leggerezza, anche quando toccano i temi più drammatici: la sublime «Il valzer della povera gente» (1938), «La porti un bacione a Firenze» (1937), a enche «Sulla carrozzella» (1939), non sua ma cantata da lui e scritta nel suo stile (pare in occasione della scomparsa delle auto in conseguenza del razionamento della benzina ai primi venti di guerra).

In poche parole, si narra la vita di un grande personaggio rifacendosi ad i suoi libri ed appunti. Rodolfo Banchelli interpreta questo eccezionale fantasista con grande disinvoltura. Da molti anni si dedica alla musica popolare e d’autore e qui balla e canta, insieme a Cinzia Daloiso, Cica Jhonson, Annalisa Bratti, e FLorise Sbrancia, svariate coreografie create appositamente per lo spettacolo. Per questo musical ha anche composto diversi brani inediti che, uniti alle canzoni di Spadaro, ricostruiscono la vita del grande Chansonnier: balletti e canzoni insolite e curiose che rielabora con sonorità attuali la tradizione popolare.

Rodolfo Banchelli già a 15 anni è campione italiano di boogie woogie e rock’n’roll; a 17 anni vince i campionati d’Europa, a 18 e 19 anni vince i campionati del mondo con la squadra nazionale italiana; a 22 e già professore internazionale che forma ballerini di prima grandezza. Come ballerino ha anche realizzato un video per Lucio Dalla e ha fatto le coreografie per il primo video di Ivana Spagna. È inoltre protagonista del film semi-autobiografico Rock & Roll. In teatro ha partecipato all’ “Opera dello sghinazzo“ con il grande Dario Fo. Come cantante vince il festival di Castrocaro Terme e partecipa a due festival di Sanremo come solista e ad uno come autore, con un brano scritto per Petra Magoni. Il suo primo album Guerra viene prodotto da Fabrizio Federighi, produttore dei Neon che vi collaborano; del secondo disco, ’Un c’e’ verso, scrive tutte le canzoni e lo produce con Davide Romani (collaboratore anche di Adriano Celentano).

Teatro Romano di Fiesole (Via Portigiani, 3, Fiesole, Frenze; ingresso europrimo settore 18 soci coop 15 secondo settore 15 soci coop 12info e prenotazioni 366 2844676) giovedì 28 luglio alle 21

 

Foto: Banchelli/Spadaro

Print Friendly, PDF & Email

Translate »