energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Al via “Com-unico”, il percorso partecipativo per la fusione di Figline e Incisa Notizie dalla toscana

Unire due Comuni attraverso un percorso partecipativo che coinvolga istituzioni e cittadini: questo l'obiettivo di "Com-unico", il progetto di fusione dei Comuni di Figline e Incisa, che è stato presentato ufficialmente sabato 17 dicembre con un convegno tenutosi presso la Sala consiliare del Comune di Figline. Tra i relatori erano presenti i sindaci di Figline e di Incisa, rispettivamente Riccardo Nocentini e Fabrizio Giovannoni, il direttore di Irpet Stefano Casini Benvenuti, il direttore del Communication Strategies Lab dell'Università di Firenze Luca Toschi, e il dirigente del Comune di Figline Valerio Iossa, ma molti interventi sono arrivati anche dai cittadini, come hanno sottolineato con grande soddisfazione Nocentini e Giovannoni: "Com-Unico è stato un convegno ricco di idee e contributi arrivati soprattutto dalla cosiddetta società civile. Tutto questo oggi ci permette di avere già una base molto solida per dare il via al comitato per il Comune unico, dove saranno protagoniste le associazioni culturali e di volontariato sociale, le imprese, i sindacati, le forze politiche e tutta la cittadinanza attiva che ha voglia di creare qualcosa di nuovo". Ma perchè unire i due Comuni? Secondo i due sindaci, si tratta di una grande sfida volta a dare l'esempio di come "due Amministrazioni, alleandosi, possono guardare al futuro con ottimismo per raggiungere semplificazione ed efficienza amministrativa, ma anche un maggior peso politico". Non solo: "Il Comune unico di Figline e Incisa è anche un modo per pensare un nuovo rapporto tra cittadini e istituzioni, -hanno aggiunto Nocentini e Giovannoni-  è una nuova comunità che si unisce per raccogliere questa opportunità e sfidare la crisi". 

Print Friendly, PDF & Email

Translate »