energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Il 2 settembre la Gran Fondo Alto Appennino Avis per Emergency Sport

Torna anche quest’anno, per la terza volta consecutiva, la gran fondo più dura dell’Appennino e sicuramente una fra le gare più impegnative a livello non agonistico nel panorama nazionale. Domenica 2 settembre, per tutti gli appassionati sportivi e non solo, l’appuntamento è con la  3^ Gran Fondo Alto Appennino, Avis per Emergency. Mondo sportivo, istituzioni, associazioni ed enti insieme, per promuovere quello che non è solo un evento sportivo, ma un momento di solidarietà e di partecipazione, sotto la direzione della ciclistica Asd Avis Pistoia, che da tre anni organizza questa importante manifestazione cicloturistica non competitiva. La gara, presentata questa mattina, mercoledì 29 agosto, nel corso di una conferenza stampa presso la Provincia di Pistoia, è nata con l’intento di divulgare l’importanza della donazione di sangue e di coniugare all’attività sportiva un messaggio di solidarietà e beneficenza, la ciclistica Asd Avis Pistoia, squadra amatoriale non agonistica, presieduta da Stefano Sichi, in poco tempo ha saputo raccogliere successi e consensi: ““Asd Avis è cresciuta in questi anni, ne sono conferma il numero dei soci, più di 40, tutti tesserati Uisp e Fci, provenienti dall’intera provincia, fra stradisti, bikers e atleti diversamente abili, e le tante attività e manifestazioni messe in campo, come la Befana Cisl&Asd Avis Pistoia, con  la ex ciclista professionista Edita Pucinskaite, la Gimkana Memorial Franco Ballerini, insieme ai tanti raduni, alle pedalate di beneficenza, gemellaggi e gare sociali – spiega il Presidente Stefano Sichi – adesso torna l’appuntamento con la 3^ Gran Fondo Alto Appennino, che è prova valida per il circuito toscano di cicloturismo, per il Toscana Challenge e, a partire da quest’anno, anche  per il criterium Italiano” .
Sono ben cinque i percorsi lungo le più panoramiche salite dell’Appennino Tosco-Emiliano all’interno della Gran fondo (rispettivamente di 54, 74, 114, 153 3 179 km, ciascuno con un dislivello diverso), con numerosi ristori lungo il percorso, un ricco buffet con party finale, premi per le società e la consegna dell’originale Coppa Edita Pucinskaite, seconda edizione,ideata e realizzata dagli studenti del Liceo artistico Petrocchi, al team con il maggiore numero di donne iscritte.
Da non dimenticare gli extra, tra quali la scorta tecnica, l’assistenza meccanica e la copertura medica, per citare alcuni dei servizi garantiti grazie alla presenza di tanti volontari.
La quota di iscrizione alla gara sarà in gran parte devoluta a Emergency  per il Centro Pediatrico di Bangui  nella Repubblica Centrafricana, che da marzo 2009 cura gratuitamente i bambini fino ai 14 anni di età , e che è in contatto con il Centro Salam, il grande ospedale cardiochirurgico di Emergency in Sudan. “Ogni anno i risultati ottenuti in termini di consensi e di donazione ci danno riempiono di soddisfazione e ci danno la forza per proseguire in questo importante impegno, con lo scopo di diffondere attraverso il messaggio positivo dello sport i valori della solidarietà e della collaborazione – continua il Presidente di Asd Avis Pistoia , Stefano Sichi –  l’anno scorso sono stati più di 300 i partecipanti alla gara e anche quest’anno contiamo di bissare il risultato”
“Il Ciclismo in generale ed il Cicloturismo in particolare da sempre rifugge al decadimento generalizzato dell’idea contemporanea dello sport, preferendo percorrere strade valoriali, come quella ad esempio dell’iniziativa che il Gruppo Ciclistico Avis Pistoia propone domenica 2 settembre p.v., la  Gran Fondo Alto Appennino – ha commentato il Presidente del Comitato territoriale Uisp, Renato Pani – Una  manifestazione giunta alla 3° edizione che anche quest’anno, grazie all’impegno ed allo stimolo di una dirigenza unita e fortemente motivata, riesce a coniugare il momento di sport con quello della solidarietà. La prova valida per il Circuito Toscano di Cicloturismo, per il Toscana Challenge e per il Criterium Italiano della Uisp, è una manifestazione cicloturistica a marcia libera non competitiva con partenza alla francese. Da Pistoia all’Abetone ed oltre, un percorso straordinario ed impegnativo se pedalato completamente, ma che è stato suddiviso in 5 tratte diverse che potete scoprire leggendo il programma. Iscrizione minima di € 7,00 di cui € 4,00 devoluti in favore di Emergency, ma chi vorrà potrà offrire di più. Può partecipare anche chi in bici ci va per motivi diversi dallo sport, perché la tratta corta è aperta a tutti, proprio a tutti coloro che vogliono dimostrare la solidarietà verso questa associazione che promuove una cultura di pace, solidarietà e rispetto dei diritti umani. Non possiamo e non potete mancare!” “La Provincia di Pistoia è da sempre attenta alle iniziative che coniugano il messaggio sano dello sport con obbiettivi di carattere sociale e umanitario, ed è ben lieta di sostenere iniziative come questa che rappresentano questo binomio  – spiega l’assessore provinciale allo Sport, Roberto Fabio Cappellini – la Gran Fondo Alto Appennino giunge quest’anno alla sua terza edizione e nel tempo ha acquisito sempre maggiore risonanza e grande partecipazione, con il fine non solo di promuovere una disciplina sportiva come il ciclismo di cui la nostra provincia vanta il primato nazionale ( in termini di manifestazioni, numero praticanti e risultati), ma soprattutto di contribuire a realizzare importanti risultati in termini di solidarietà, grazie all’impegno di tutti coloro che collaborano all’organizzazione, primo fra tutti proprio Asd Avis Pistoia. Non solo, la gara ha la caratteristica di svolgersi nello splendido scenario dell’ Appennino toscano, contribuendo così anche a valorizzare la bellezza naturale e le eccellenze del nostro territorio, proponendosi come veicolo di quella categoria emergente di turismo che è il turismo sportivo”.  “Si tratta di un evento sportivo amatoriale – sottolinea l'assessore allo sport del Comune di Pistoia Mario Tuci – che accenderà i riflettori sull'importanza di donare sangue, un gesto di attenzione verso chi, spesso malato, aspetta una trasfusione per migliorare le proprie condizioni di salute. Per l'occasione vorrei ringraziare tutte le associazioni del nostro territorio, in questo caso Avis, sempre pronte a mettere a disposizione tempo e professionalità per organizzare eventi importanti, che danno lustro alla città e fanno conoscere le bellezze dei paesaggi pistoiesi, senza dimenticare chi è meno fortunato ed ha bisogno di aiuto”.
La manifestazione è promossa e organizzata da Asd Avis Pistoia con la compartecipazione della Provincia, del Comune di Pistoia e di Uisp, insieme anche al  patrocinio della Regione, dei comuni di Montale, Abetone, Cutigliano, Marliana, San Marcello, Piteglio, la Provincia di Modena e i comuni di Pievepelago, Fiumalbo e Fanano. La gara vede anche la collaborazione della Ascd Silvano Fedi, Avis comunale Pistoia, Gruppo Motociclisti di Pistoia, Pro loco di Sanmommè, Pro loco Prataccio, Emergency gruppi territoriali di Pistoia, Prato e Sesto Fiorentino, Associazione Naz. Vigili del fuoco sez.di Pistoia e Slow Food Montagna Pistoiese. A questi si aggiungono l’ass. Nazionale Carabinieri Fiamme d’argento di Pistoia, il Liceo artistico Petrocchi di Pistoia, Avis montagna Pistoiese, Avis Montale e Croce Verde di Pistoia, Avis Fiumalbo, insieme anche ai tanti sponsor che sostengono l’iniziativa.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »