energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

Al via la 41esima Fiera agricola mugellana Notizie dalla toscana

Borgo San Lorenzo – Edizione ricca di novità la 41esima Fiera agricola mugellana di Borgo San Lorenzo (Fi), in calendario dal 22 al 25 settembre, e presentata nel Media Center Sassoli di palazzo del Pegaso. Vetrina annuale e luogo di incontro tra gli operatori, quest’anno offre tante novità: il ‘Fuori Fiera’, con la visita guidata nelle fattorie della zona; l’asta zootecnica di livello nazionale; il convegno sul benessere degli animali, ma soprattutto c’è il coinvolgimento degli studenti.

Un’occasione, per il presidente del Consiglio regionale Antonio Mazzeo, per sottolineare il valore di una manifestazione che è un punto di riferimento, e che offre sempre tanti stimoli che consentono di guardare al ruolo dell’agricoltura nel futuro della Toscana come fonte di occupazione e di ricchezza, nella consapevolezza che i prodotti autentici del territorio sono sempre quelli più ricercati.

Una vetrina che si allarga, come ha spiegato il vicesindaco di Borgo San Lorenzo, con tante novità importanti: il ‘Fuori Fiera’ in fattoria, con dei pulmini che permetteranno ai visitatori di andare a vedere come funziona la vita all’interno delle aziende agricole; ci sarà poi un grande street food contadino, con le aziende che cucineranno in Fiera, potendo così mangiare davvero i prodotti a ‘chilometro zero’; tornerà poi l’asta delle manze, appuntamento atteso soprattutto dagli agricoltori e investimento importante per l’amministrazione locale; ci sarà infine una grande partecipazione della scuola, i due istituti superiori saranno presenti in Fiera con tantissime attività e laboratori.

“La Fiera – aggiunge Roberto Nocentini, presidente nazionale dell’Associazione italiana allevatori – da decenni svolge un ruolo di grande rilievo nella promozione della zootecnia mugellana che ha conseguito, pur nelle sue dimensioni quantitativamente ridotte, importanti successi e riconoscimenti nelle fiere specializzate e sui mercati. E non è un caso che sia qui in Mugello uno dei pochi centri carne della Toscana”.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »