energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Albert Richardson e il pomodoro fantastico Cultura

Albert Richardson e il pomodoro fantastico

Firenze – Albert Richardson vive e dipinge a Firenze, ma è nato a Englewood, nel New Jersey (USA).

Albert Richardson lives and paints in Florence, but was born in Englewood, New Jersey (USA).

Albert, puoi raccontarci come è cominciata la tua passione per la pittura

Ho cominciato da piccolo e, come la maggior parte dei bambini, a tre anni stavo già disegnando. E ‘stata la forma di comunicazione più semplice, ma negli anni seguenti, quando la maggior parte dei bambini lasciava i pastelli per i libri, io ho continuato a produrre quadri.

Quando avevo cinque anni mi hanno fatto vedere “King Kong”. Questo film del 1933 mi ha toccato come nient’altro. Le pitture delle scene dell’Isola del Teschio si fissarono per sempre sulla mia retina. A nove anni l’avevo guardato tantissime volte alla piccola televisione in camera mia ed ero determinato ad andare a vivere sull’Isola del Teschio!

I began young. By age three, like most all children, I was drawing. It was the easiest form of communication. But then, while most kids gave up their crayons for reading books, I kept making my pictures. At age four, I met KING KONG!

This 1933 film stunned me like nothing else. The background paintings of Skull Island were forever burned on the back of my eyes. By age nine, I had viewed this extraordinary cinematic masterpiece at least 60 times. I wanted to go live on Skull Island!

Sembra che il paesaggio sia il tuo soggetto preferito

Il nonno mi ha introdotto alla pittura paesaggistica inglese con l’aiuto  del seghetto. Lui faceva preparare artigianalmente dei puzzle con i quadri di Turner, Constable, Gainsborough, Reynolds, Richard Wilson e altri artisti e il mio cuore mi trasportava sull’Isola del Teschio, mentre assemblavo i piccoli pezzi.

My grandfather introduced me to English landscape paintings by way of the jig saw. Huge, colorful puzzles by Turner, Constable, Gainsborough, Reynolds, Richard Wilson, etc. My heart was back on Skull Island as the tiny pieces were fit together.

Ma come hai migliorato la tua tecnica

A otto anni ho iniziato a dipingere a olio. I miei zii rimasero scioccati  quando mostrai loro, orgogliosamente, il mio ultimo nudo in miniatura. Nessuno in famiglia era esperto di pittura, ma tutti erano d’accordo che avevo talento. E così fu, ho continuato ciò che era diventata un’ossessione, per la maggiore parte imparando da solo, da autodidatta, si può dire.

Age 8, I began studying oil painting. My poor aunts and uncles were shocked when I would proudly display my latest, miniature nude. No one of my family knew anything about picture painting, but they all agreed I had talent. And so it was, I perused what had become an obsession, mostly learning by myself along the way. Self taught, you might say.

Hai potuto mantenerti con la tua arte?

Da adulto, avevo bisogno di una professione. Quando il servizio militare mi condusse in Europa iniziai a percepire la differenza tra l’arte commerciale e l’arte “vera”. Sia per la necessità di guadagnarmi da vivere che per non rivelare il mio mondo segreto dell’Isola del Teschio, mi dedicai ad illustrazione e fotografia.  Queste due forme espressive servivano a riprodurre una visione realistica delle cose. L’esplorazione della natura prendeva campo e, ben presto, i miei sogni si intromisero e all’improvviso ero diventato surrealista – un surrealista controllato.

As an adult, I needed a profession. After military service brought me to Europe, I began seeing the difference between commercial art and fine art. To make a livelihood and in order to not expose Skull Island, I turned to illustration and photography. These served the need to most always render a realistic vision. The laws of nature had control. Soon, dreams began playing a part, and suddenly, I was a surrealist. A very calculated surrealist.

La mia opera sembra rappresentare i lati oscuri dell’umanità. Da americano sento la responsabilità per il mio paese e il suo perpetuo essere in guerra con se stesso ed il modo. L’arte rispecchia la società imitando la natura. L’artista vede ciò che altri non vedono ed è suo dovere di esporrere la verità.

My work seems to represent the dark side of mankind. As an American, I share the responsibility of my country’s need of making war with itself and the world. Art reflects society by imitating nature. The artist sees what others do not. It is our duty to expose truth.

Immagino che possa sembrare strano, ma gli artisti che apprezzo di più sono coloro che sembrano ben lontani dal prendere una responsabilità sociale. La lista è lunga e, per paura di omettere un favorito, dirò che mi sono ispirato principalmente alle opere di epoca vittoriana. Questa forma di realismo fa ritenere che l’artista conosca bene il suo mestiere.

I suppose it will appear strange that the artists I appreciate most are ones most removed from any social responsibility. The list is long, and for fear of omitting a favorite, i will say, my inspirations are stimulated most by works of the Victorian Era. This form of Realism more easily convinces that the artist knows his/her craft.

Ho notato che i tuoi quadri seguono diversi filoni narrativi

Anche se si potrebbe forse trovare un filo comune nelle varie opere, ogni opera è a se stante. Solo raramente rimango sulla stessa tematica. Il soggetto mi prende alla gola e non mi lascia fino a che non sia soddisfatto del risultato e il mio tempo straordinariamente dilazionato di esecuzione elimina ogni possibilità di duplicato. Le opere che mi piacciono di più sono quelle che riescono di più. E, mi devi credere, un artista riconosce successo e fallimento.

For me, though there may be consistency from one piece to the next, each painting is unto itself. I rarely share themes. A subject will grab me by the throat and not let go until it is satisfied I have done my best to show it off. An unusually long period of execution cancels any thoughts of duplication. The pieces I like the most are the ones that succeed the most. Trust me, an artist knows success, and failure!

Per il futuro, accanto a tre o quattro opere già esistenti nella mia testa che saranno realizzate nel mio modo abituale, intendo di esplorare una realtà più astratta, disgregare armoniosamente gli elementi della composizione. Vedremo cosa accadrà.

Besides three or four paintings pre-installed in my head that will be approached in my usual fashion, I am about to explore a more abstractly rendered reality, harmoniously throwing compositional elements out of place. We will see what happens.

 Hai un messaggio per i giovani artisti?

Un messaggio per i giovani artisti? Impara bene il mestiere.  Affronta le difficoltà con bravura. Diffida della pigrizia. E, la cosa più importante, sii consapevole di quando finire!

A message for young artists? Learn your craft well. Face the struggle with expertise. Watch out for laziness. And most importantly, know when to finish!

Mostra online – StampToscana

More about Albert Richardson

Portfolio

Contatti: paintpallet@me.com

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Translate »