energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Alfredo Martini starter di lusso della Firenze Empoli Sport

Oggi pomeriggio si apre la stagione agonistica del ciclismo minore in Toscana con la Firenze-Empoli per dilettanti. Il via da San Bartolo a Cintoia, alle 13,15, ed arrivo in via Carraia ad Empoli. Sono 180 i corridori iscritti.
Sarà il mitico Alfredo Martini (nella foto) a dare la partenza che ieri è stato festeggiato per i suoi 92 anni al Monastero della Castellina, situato sulle colline di Firenze, Centro spirituale della Federazione Ciclistica italiana.
   I Padri carmelitani Agostino Gelli e Raffaele Duranti hanno donato a Martini un artistico oggetto in legno intarsiato con una bella dedica. Ad applaudire il premiato anche due ex corridori Michele Dancelli e Roberto Poggiali.
   C’è anche una notizia interessante per quanto riguarda il Giro della Toscana professionisti in calendario il 28 aprile. E’ stato deciso che la corsa prenderà il via da Pontedera per concludersi ad Arezzo. Il giorno prima i professionisti correranno a Larciano di Pistoia.
   Ma il loro primo appuntamento in Toscana è fissato per giovedi prossimo, 28 febbraio, a Camaiore che vedrà al via anche Nibali, Basso, Cunego, il campione italiano Pellizotti, Ulissi, Favilli, Moser, il colombiano Esteban Rubio Chaves vincitore dell’edizione 2012.
  Altro impegno sabato 2 marzo nella singolare gara sulle strade sterrate delle colline del Chianti. Partenza da Gaiole ed arrivo a Siena (Piazza del Campo). Mentre il 6 e 7 marzo la Toscana ospiterà le prime due tappe della Tirreno-Adriatico, corsa che si concluderà a San Benedetto del Tronto il 12 marzo. Prima frazione una cronosquadre da San Vincenzo a Donoratico (km. 16,900) ed il giorno dopo tappa da Donoratico ad Indicatore di Arezzo. Quindi la corsa punterà su Narni.   
  I professionisti saranno nella nostra regione anche il 15 settembre a Prato, quindi per il campionato del mondo il 29 settembre partenza da Lucca, arrivo a Firenze. Alcuni di quei campioni parteciperanno poi alla corsa di Peccioli di Pisa il 10 ottobre.
Franco Calamai

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »