energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Alla Futa come al Mugello, motociclisti stangati Cronaca

Ben 29 patenti di guida ritirate delle quali 27 per violazione di norme comportamentali del codice della strada, due per guida in stato di ebbrezza da alcool, 9 moto messe sotto fermo amministrativo per modifica al posizionamento della targa, una carta di circolazione ritirata per modifiche costruttive ad una moto, una persona denunciata e un’altra fermata perché ricercata. E’ il bilancio dei controlli compiuti ieri, domenica 10 giugno, da Polizia Municipale, Carabinieri e Corpo Forestale dello Stato nel territorio del Comune di Firenzuola.

Sotto osservazione i “centauri spericolati” che ogni fine settimana invadono le strade che conducono ai passi appenninici della Raticosa, Giogo e Futa, seminando paura, preoccupazione e pericolo agli abitanti della zona e agli altri automobilisti.
Domenica i controlli sono andati avanti senza soluzione di continuità dalla mattinata al tardo pomeriggio, con l’ intervento del Corpo Forestale dello Stato di Arezzo, Firenze e dalle locali Stazioni, Carabinieri di Firenzuola e Polizia Municipale Firenzuola per un totale di ventiquattro agenti impegnati. Controllate diverse centinaia di conducenti.

“L’ attività delle forze di polizia stradale di Firenzuola – spiega una nota del Comune – è ripresa all’ inizio della primavera, quando hanno ricominciato a “scorrazzare” per le strade i centauri che troppo spesso scambiano queste strade appenniniche per delle “piste d’ autodromo”. Negli ultimi tre fine settimana i controlli della Polizia Municipale e dei Carabinieri si sono svolti con continuità nelle giornate di sabato e domenica, con centinaia di controlli ed il risultato che alcune decine di moto sono finite sotto fermo amministrativo, diverse anche le sanzioni amministrative elevate ed i documenti ritirati. Purtroppo tutto questo ancora non è servito a debellare del tutto il fenomeno e soprattutto ad abbattere gli incidenti stradali i quali si verificano puntualmente ogni fine settimana, anche con feriti gravi”.
 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »