energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Alla scoperta dei luoghi di Pietro Porcinai Cultura

La fama e l’interesse attorno alla figura di Pietro Porcinai, illustre agronomo e paesaggista, cresce giorno dopo giorno, col susseguirsi di volumi che documentano i suoi magnifici giardini. Sono ancora disponibili i posti per partecipare a due iniziative in programma sabato 1 e domenica 2 giugno. Si tratta di tre percorsi guidati, promossi e organizzati dal Comune, per visitare alcuni dei luoghi dove, a Pistoia e nella Valdinievole, Pietro Porcinai ha lasciato diverse ed importanti tracce del suo lavoro creativo di architetto paesaggista, fra i più importanti del Novecento italiano. L'iniziativa rientra nell’ambito della mostra “Oltre il giardino. L’idea del giardino nell’arte contemporanea. Un omaggio a Pietro Porcinai (1910-1986)” (che è possibile ancora visitare a Palazzo Fabroni)  e del programma di iniziative di “Primavera al museo”.

Sabato 1 giugno, dalle 9 alle 14, con partenza in autobus da Palazzo Fabroni, si potrà visitare la fattoria di Celle (nella foto), per la quale nel maggio del 1973 lo studio Porcinai fornì il disegno per un campo da tennis e dove nel 1992 Beverly Pepper, su invito di Giuliano Gori (collezionista di arte contemporanea e proprietario della fattoria di Celle) e richiamando un suggerimento dello stesso paesaggista, realizzò lo “Spazio Teatro Celle – omaggio a Pietro Porcinai”. A introdurre la visita sarà Giuliano Gori. Nel pomeriggio, dalle 16.30 alle 18.30, con ritrovo dei partecipanti sul posto, è prevista la visita allo stabilimento di floricoltura Rose Barni di Pistoia per il quale fra il 1953 e il 1957 Porcinai curò la struttura architettonica e la sistemazione del giardino.

Domenica 2 giugno dalle 10 alle 18 con partenza in autobus da Palazzo Fabroni sarà possibile visitare i giardini dello stabilimento termale Tettuccio (1963/1964) e il Grand hotel Tamerici & Principe di Montecatini Terme (1964/1966 e 1972) per proseguire, nel pomeriggio dopo la pausa pranzo (libero), al parco di Pinocchio a Collodi (1963/1972).

Gli interessati a partecipare devono prenotarsi. Le visite guidate sono a cura di Arianna Bechini, Marco Cei, Gianluca Chelucci e Claudia Massi. Per il programma dettagliato di ogni singola gita, per le modalità di partecipazione e le prenotazioni telefonare ai numeri 0573 371214 – 371277.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »