energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Allo stadio in tramvia, presentato il nuovo progetto preliminare Breaking news, Cronaca

Firenze – Si allunga la tramvia, verso Libertà-Campo di Marte-Rovezzano. Altri sei chilometri o poco più che si lanciano dall’altra parte della città, 15 fermate e 14 autovetture, distanziate da 4 minuti e venti secondi, max 5 minuti, per trasportare, in previsione, 12 milioni di passeggeri all’anno. Sono i numeri che snocciola stamattina, in Sala d’Arme, il sindaco Dario Nardella in compagnia dell’assessore ai trasporti Stefano Giorgetti e del presidente del Quartiere 2 Michele Pierguidi. Sul tavolo, davanti alla città, il progetto preliminare della tramvia 3.2.2.

La nuova tramvia, spiega il sindaco, rappresenta un adempimento. L’adempimento alla promessa, fatta con il presidente del quartiere 2 e la giunta attuale, di rendere  “sempre più facile e meno inquinante il raggiungimento dello stadio di Firenze”.  Il progetto preliminare prevede la prosecuzione della linea da viale Don Minzoni con il sottoattraversamento della linea ferroviaria all’altezza di piazza delle Cure da dove imboccherà viale dei Mille per arrivare allo stadio. La linea continua su viale Fanti, via Mamiani, viale Duse, via del Gignoro fino ad arrivare in via della Chimera e al capolinea Rovezzano. Qui verrà realizzato anche un nuovo parcheggio scambiatore. Tra le opere strutturali oltre al sottottraversamento del cavalcavia delle Cure anche il sovrappasso del Mensola all’altezza di via della Chimera.

Il costo, 260milioni di euro, 10 stanziati dal Comune e i restanti 250 attraverso la richiesta di un finanziamento al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. Tre anni il tempo di realizzazione dell’intera opera. La nuova linea, insieme alla 3.2.1 Bagno a Ripoli-Libertà di cui è prosecuzione,  completati i cantieri, si svilupperà su circa 14 chilometri. La linea sarà la carta vincente, come dicono dal Comune, per ottenere un collegamento rapido e ben congegnato agganciandosi alle altre due linee in direzione Scandicci, Aeroporto e Ospedale di Careggi. Tanto più quando ci sarà il collegamento col Centro storico. Nella sua completezza, “sarà la linea di tutto Campo di Marte e di tutto il Quartiere 2 – ha aggiunto Nardella – con un potenziale di ben 24 milioni di passeggeri all’anno di cui proprio 12 milioni sulla tratta piazza della Libertà-Rovezzano. Sarà anche la linea di Coverciano, ma soprattutto sarà una linea che servirà una popolazione importante e grazie alla quale a Campo di Marte e in tutto in quartiere circoleranno circa 10mila auto in meno ogni giorno”.

L’assessore Giorgetti si è soffermato su alcuni aspetti del progetto preliminare. “Sicuramente l’opera infrastrutturale più importante è il sottoattraversamento di piazza delle Cure perché il tram passerà anche sotto la ferrovia. Stiamo lavorando per ridurre la linea di contatto sull’esempio di quanto previsto sulla linea Libertà-Bagno a Ripoli in modo che i tram vadano a batteria soprattutto per quanto riguarda viale dei Mille. Da sottolineare poi il parcheggio scambiatore di Rovezzano che oltre a intercettare chi arriva da fuori Firenze, in prospettiva diventerà la fermata per il trasporto pubblico su gomma con una significativa riduzione del numero dei bus in città oltre che del sistema ferroviario metropolitano”. Soddisfazione è stata espressa dal presidente del Quartiere 2 Michele Pierguidi. “Al nostro quartiere mancava la tramvia. C’era il progetto ma adesso mi sembra che le cose stiamo andando più veloci. Sarà un importante mezzo di trasporto per i nostri cittadini e migliorerà ulteriormente la vivibilità nel nostro quartiere”.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »