energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Alluvione Maremma: 20 milioni di euro di danni a Manciano Cronaca

Grosseto – L’emergenza è cessata, ma la Maremma resta invischiata nel fango. Alcune strade restano chiuse a causa dei danni provocati dalle inondazioni e si continua a spalare melma a Saturnia, dove un resort è stato chiuso a causa dell’esondazione del torrente Gattaia e 150 persone sono già finite in cassa integrazione.

Nella giornata di oggi, giovedì 16 ottobre, a Saturnia sia è per questo riunita una vera e propria unità di crisi formata da personale tecnico e capi reparto delle Terme. Molti anche i volontari che stanno aiutando a spalare il fango. “Siamo siamo intenzionati ad aprire la struttura il prima possibile. Al momento non possiamo avere neanche una stima precisa dei danni, man mano ci rendiamo conto della gravita’ della situazione: ci sono ancora molte zone tecniche ancora sott’acqua “, ha spiegato il direttore generale, Licinio Garavaglia

Secondo la Prefettura di Grosseto non vi sarebbero state altre vittime del maltempo oltre alle due donne rimaste uccise nella loro auto a Manciano a causa dell’esondazione di un affluente dell’Albegna. Sarebbe stato ritrovato vivo anche l’ultimo disperso, la cui auto era stata rinvenuta immersa nella melma nei pressi della stazione ferroviaria di Marina di Grosseto.

A Manciano, intanto, le scuole rimarranno chiuse fino a lunedì 20 ottobre. E sabato 18 ottobre si dovrebbero tenere i funerali delle due sorelle decedute a causa del maltempo. In tale occasione, ha annunciato l’amministrazione comunale, la località maremmana osserverà il lutto cittadino. Permangono anche qui i problemi di viabilità, mentre una prima stima dei danni fa parlare di circa 20 milioni di euro.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »