energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Alta formazione, la Provincia di Prato finanzia due corsi per tecnici superiori Notizie dalla toscana

Si tratta di percorsi di istruzione e formazione tecnica superiore (IFTS) che consentono di ottenere un attestato riconosciuto a livello europeo. “L'obiettivo è fornire ai partecipanti una preparazione tecnica e professionale approfondita e mirata – ha ricordato Giorgi – E i risultati che riscontriamo rispetto ai corsi già conclusi ci indicano che l'alta formazione è un elemento importante per la crescita qualitativa del distretto e soprattutto offre una risposta concreta ai giovani in cerca di occupazione.” L'esperienza di precedenti corsi analoghi indica infatti che a conclusione della formazione il 30% ha ottenuto un lavoro, ma la percentuale sale all'80% dopo un anno. Punto di forza si conferma l'integrazione fra imprese, scuola e università, che lavorano in sinergia per formare una figura modellata sulle esigenze delle aziende e quindi altamente spendibile nel mondo del lavoro. Una conferma positiva arriva anche dalle richieste di attivazione di stage con i corsisti, richieste che sono sempre superiori al numero degli studenti e che spesso si trasformano in posti di lavoro.
Mentre il corso per tecnico per il marketing e l'organizzazione delle vendite viene proposto per la terza volta, è invece un debutto assoluto la formazione di un tecnico superiore per la produzione nel settore tessile-moda. Una figura di cui sul mercato pratese è richiesta la specifica professionalità. Ma vediamo nel dettaglio i due corsi, per i quali esiste la possibilità di seguire anche singoli moduli professionalizzanti (ma solo per gli occupati del settore).


Tecnico per il marketing e l'organizzazione delle vendite (Datini) – Il corso ha l’obiettivo di formare una professionalità che cura strategie relative ai prodotti e ai mercati e le politiche commerciali e promozionali. E' rivolto a 20 diplomati (10 posti riservati alle donne) e fa riferimento ad una figura 'a banda larga', che opera nell'area marketing. Fra i suoi compiti vi sono l'analisi del mercato e la configurazione dell’offerta di prodotti/servizi, il coordinamento delle operazioni di lancio e vendita e lo studio dell’andamento del mercato. Le possibilità di impiego di questa figura spaziano dagli uffici commerciali e di marketing, alla grande distribuzione, come gerente di punti vendita o in società di consulenza. Il percorso formativo si articola in due parti. La prima è dedicata a fornire le conoscenze e competenze di marketing, con particolare attenzione alle nuove tecnologie informatiche. La seconda ha un taglio più specialistico e si concentra su aspetti del marketing innovativi e che rispondono alle esigenze del territorio: marketing internazionale, con la ricerca di nuovi mercati per le imprese del distretto, marketing dei servizi, per le imprese del settore e marketing territoriale e del turismo, l'aspetto più innovativo del progetto, con il turismo non solo prodotto da vendere ma anche servizio da utilizzare per vendere. Il corso ha una durata di 800 ore ed è organizzato in lezioni teoriche, esercitazioni e 255 di stage in aziende del territorio. Il corso si svolge fra marzo 2012 e febbraio 2013 ed è possibile iscriversi entro il 10 marzo 2012. Una giornata informativa sarà organizzata all'istituto Datini il 27 febbraio 2012 (ore 14,30). Fra i partner del corso ci sono il Pin e l'Università di Firenze, l'agenzia formativa Sophia , l'istituto Gramsci-Keynes, l'Ente Bilaterale Turismo Toscana, Cna e Confartigianato di Prato, Unione Industriali Pratese. Per informazioni e iscrizioni Istituto Datini, 0574 630511, ip@datini.prato.it oppure Gramsci-Keynes, 0574 630201, didattica@istitutogk.it. oppure Pin, 0574 602547, alta.formazione@pin.unifi.it.


Tecnico per la produzione, settore tessile-moda (Buzzi) – Il percorso si focalizza sul sistema tessile-moda con specificità che hanno a che fare con la realtà pratese e ha come destinatari 20 diplomati occupati e disoccupati (5 posti riservati alle donne). Il tecnico che esce da questo corso cura la gestione e il coordinamento delle attività di produzione, il funzionamento e la manutenzione degli impianti e il coordinamento con il settore commerciale. Si tratta di una figura a cui sono richieste competenze specifiche nei diversi settori produttivi. Gli sbocchi professionali sono naturalmente nelle imprese che operano nel ciclo del tessile/moda. Le competenze da acquisire includono anzitutto la solida conoscenza delle fibre, delle tecnologie tessili, dei tessuti e dei relativi cicli di lavorazione che corrisponda alle esigenze delle imprese di abbigliamento/confezioni, del pronto moda, del fast fashion. Si tratta di un fabbisogno relativamente nuovo per il distretto, non colmato attualmente dai percorsi dell'istruzione per i periti tessili. C'è poi il controllo del prodotto, aspetto fondamentale per garantire l'alto standard che ha fatto la storia di Prato. La gestione della produzione di tessuti innovativi (speciali), frutto di ricerche che stanno avendo un importante sviluppo nel distretto, rappresenta una nuova frontiera. Saper tradurre in termini economici le attività del processo di produzione rappresenta un punto fondamentale per la formulazione di strategie aziendali. Il corso, che si svolge fra marzo 2012 e febbraio 2013, ha una durata di 800 ore, divise in due semestri, è previsto uno stage di 240 ore in aziende del territorio. Per le iscrizioni c'è tempo fino al 15 marzo 2012. Il 28 febbraio sarà organizzata una giornata informativa all'istituto Buzzi (ore 14,30). Per informazioni e iscrizioni: Istituto Buzzi, 0574 -58981, it.buzzi@scuole.prato.it oppure Pin, 0574 602547, alta.formazione@pin.unifi.it. Ampio il partenariato che collabora al progetto: Istituto Buzzi, Pin e Università di Firenze, agenzia formativa Sophia, Unione industriali pratese, Cna e Confartigianato di Prato.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »