energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Ambulanti, M5S porta il disagio degli “spuntisti” in consiglio comunale Breaking news, Cronaca

Firenze – Il problema portato all’attenzione del consiglio comunale dal capogruppo M5S Roberto De Blasi e dal consigliere Lorenzo Masi riguarda una questione che attiene alla differenza di trattamento fra due settori della stessa categoria: quella degli ambulanti. Infatti, come ha sottolineato De Blasi, gli ambulanti sprovisti di posteggio assegnato, i cosiddetti “spuntisti”, a cui è consentita l’attività di vendita nei mercati rionali sui posteggi lasciati liberi dai titolari assenti, non possono usufruire degli aiuti predisposti per affrontare la crisi scatenata dal covid.

Ed ecco cosa succede, come ha messo in luce il consigliere De Blasi: mentre i soggetti intestatari di concessioni di posteggio nelle aree destinate al commercio ambulante sono esonerati dal pagamento di TOSAP e COSAP per il periodo 1 marzo-30 aprile 2020, per le quali hanno diritto a un rimborso dai Comuni, gli “spuntisti” che pagano anch’essi un regolare tributo in seguito al quale ottengono temporaneamente autorizzazione all’attività di commercio su area pubblica, non sono considerati fra i beneficiari di tale rimborso.

“Appare evidente – sostiene De Blasi – che lo stesso diritto riconosciuto dall’art 109 del D.L 104/2020 ai titolari di posteggio fisso, non può non essere riconosciuto anche a questa categoria di ambulanti precari. L’Assessore Federico Gianassi chiamato a rispondere, ha confermato questa tesi mostrando di comprendere appieno la questione e rendendosi disponibile ad incontrare insieme al Consigliere De Blasi le Associazioni degli ambulanti “spuntisti” per informare gli interessati delle procedure di comunicazione con gli uffici comunali.

“La valutazione degli uffici è positiva rispetto alla sollecitazione del consigliere De Blasi – ha risposto l’assessore Gianassi – quindi riteniamo che la categoria degli spuntisti rientri tra i beneficiari dell’esonero al pagamento della tassa di occupazione del suolo pubblico così come per i titolari di licenza di parcheggio fisso”.

“In questo momento – conclude De Blasi – è fondamentale che l’amministrazione sostenga l’iniziativa degli ambulanti in protesta di questi giorni affinché venga consentito loro di poter lavorare in sicurezza; fiere e i mercati all’aperto possono e devono poter riaprire da subito, così da consentire a centinaia di lavoratori di esercitare la propria attività e incentivare la distribuzione degli utenti costretti ad ammassarsi nei supermercati della grande distribuzione per fare la spesa”.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »