energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Ampliamento pista aeroporto, no di Calenzano a progetto Enac e Adf Cronaca

Calenzano (Firenze) – Parere tecnico negativo: il Comune di Calenzano boccia il progetto di ampliamento dell’aeroporto di Firenze proposto da Enac e Adf. Criticità emerse, oltre cinquanta. Il parere, espresso dai tecnici del Comune e approvato dalla Giunta Municipale, è frutto anche del lavoro svolto dal tavolo tecnico intercomunale voluto dai Sindaci territorialmente coinvolti dal progetto, riuniti nel Comitato di Garanzia.

La valutazione su cui era richiesto il parere dei Comuni riguardava (parere da darsi attraverso i propri tecnici) il merito dello studio proposto da Enac e Adf  per la nuova pista dell’aeroporto di Firenze. Sul tavolo, la valutazione degli impatti ambientali sui cittadini coinvolti.

E così, ieri, sul sito del Comune di Calenzano, è apparso il parere tecnico, pubblicato integralmente sul sito del Comune, che mette in evidenza criticità e omissioni circa la sicurezza idraulica del territorio, la qualità dell’aria e l’inquinamento acustico.

Fra le omissioni sottolineate, si ritrovano “il mancato approfondimento, dal punto di vista sanitario, degli effetti cumulativi dovuti alla presenza di altre infrastrutture previste nella Piana oltre all’aeroporto come le autostrade, e il termovalorizzatore; la mancanza di alternative rispetto alla soluzione proposta da ENAC, ovvero la configurazione parallela con pista di 2400 metri; la mancanza di soluzioni progettuali idonee per la messa in sicurezza idraulica del territorio; la mancanza della documentazione di dettaglio sulla gestione delle terre di scavo”.

Ancora, i risultati riportati da ADF “evidenziano criticità sia sull’inquinamento atmosferico, che nel breve termine è destinato ad aumentare in una zona già particolarmente critica per i livelli di PM10 e ossidi di azoto, sia sull’inquinamento acustico che investirà cittadini della Piana ad oggi non interessati dai sorvoli”.

La parola passa adesso alla Regione e al Ministero dell’Ambiente per i pareri finali.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »