energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Anche Ericsson potrebbe ridimensionare il suo impegno a Pisa Società

Alla presenza delle istituzioni locali pisane, l’assessore regionale alle Attività produttive, lavoro e formazione, Gianfranco Simoncini, ha annunciato nella mattina di oggi, mercoledì 9 gennaio, che verrà convocato un tavolo di confronto con i vertici della Ericsson. L’azienda, infatti, ha una sede a Pisa e la Regione Toscana intende ottenere chiarezza circa le voci relative ai possibili esuberi di 5 dei 50 dipendenti della sede pisana, che si occupa di ricerca avanzata nello sviluppo di reti a fibre ottiche. Secondo le rappresentanze sindacali dei lavoratori di Ericsson, in Italia il piano di ristrutturazione aziendale prevede in totale 374 esuberi. Per Pisa si tratterebbe della terza volta che l’azienda rivede il suo personale, anche se la sede toscana di Ericsson è impegnata in un progetto di ricerca del valore di circa 15.000.000 di euro, la metà dei quali sono garantiti da un finanziamento regionale. Assieme a Provincia e Comune di Pisa, la Regione ha quindi intenzione di convocare l’azienda entro la fine di gennaio, così da chiarire la posizione di Ericsson nei confronti dei lavoratori ed anche della stessa Regione, che ha concesso il finanziamento per il progetto a patto del mantenimento della presenza dell’azienda sul territorio pisano.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »