energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Anche il cervello adulto avrebbe la capacità di modificarsi STAMP - Salute

L’European Research Council (ERC) ha premiato un progetto realizzato dall’Università di Pisa con un finanziamento di 2.500.000 euro. Condotta sotto la supervisione di Maria Concetta Morrone, docente di Fisiologia dell’Ateneo pisano, la ricerca degli accademici pisani ha ottenuto il riconoscimento Advanced Grant dell’ERC per uno studio intitolato “Early cortical sensory plasticity and adaptability in human adults” e che opererà nel campo delle neuroscienze cognitive per mettere in luce le capacità di adattamento del cervello umano in età adulta. A condurre lo studio sperimentale coordinato dalla professoressa Morrone, un gruppo di ricercatori dell’Istituto di Neuroscienze del CNR, dell’Università di Firenze, della Fondazione Stella Maris, dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria Meyer e dell’Università di Oxford. Gli accademici pisani hanno già verificato il potenziale plastico della corteccia visiva adulta e scoperto nuove importanti possibilità di trattamenti diagnostici e terapeutici, specialmente in età pediatrica. L’obiettivo dello studio è di dimostrare che anche il cervello adulto (e non solo quello dei bambini) ha capacità plastiche, ossia che può modificarsi e cambiare. Questa conferma potrebbe avere importanti applicazioni soprattutto in ambito oculistico, dato che metterebbe luce sui rapporti fra vista e modificazioni neurologiche proprie dell’avanzare degli anni.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »