energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Anche Palazzolo sul Senio aderisce all’Unione dei Comuni del Mugello Politica

Continua la corsa del Mugello verso la costituzione dell’Unione dei Comuni. I comuni di Barberino, Borgo San Lorenzo, Palazzuolo sul Senio, Marradi e San Piero a Sieve hanno già approvato lo statuto redatto dalla Conferenza dei sindaci, mentre a Firenzuola, Vicchio, Dicomano e Scarperia l’approvazione del testo avverrà presumibilmente in nuove votazioni dei consigli comunali. A Palazzuolo sul Senio, ultimo comune mugellano in ordine di tempo ad esprimere il proprio consenso nei confronti dell’Unione dei Comuni, lo statuto è stato approvato nella seduta consiliare del 29 settembre scorso. La votazione ha visto maggioranza ed opposizione compatte a favore della costituzione della nuova realtà mugellana. Al sindaco di Palazzuolo, Cristian Menghetti, verrà quindi dato mandato di proporre alla Conferenza dei sindaci mugellani eventuali modifiche al testo dello statuto per la tutela delle autonomie dei Comuni interessati dal nuovo progetto. Lo stesso Menghetti ha sottolineato lo straordinario risultato del voto di Palazzuolo, nel quale maggioranza ed opposizione si sono trovate d’accordo nella convinta adesione alla nuova realtà politico-amministrativa che si va costituendo in Mugello. «Concordiamo – ha affermato il sindaco – con l'esigenza di accorpare i servizi fondamentali, purché se ne tragga beneficio in termini di servizio e di costo, senza però ledere il potere decisionale degli organi politici comunali, evitando di essere fagocitati dalle entità pubbliche maggiormente strutturate». Giovanni Bettarini, sindaco di Borgo San Lorenzo ed attuale presidente della Comunità Montana Mugello, ha espresso la sua soddisfazione per l’adesione palazzolese al progetto dell’Unione dei Comuni. Il papabile presidente della costituenda Unione mugellana, ha poi espresso le sue perplessità per il comportamento del gruppo “Libero Mugello”, che, nella votazione per l’adesione all’Unione del Consiglio comunale di Borgo San Lorenzo, ha optato per l’astensionismo. Il nuovo assetto istituzionale, ha concluso Bettarini, porterà il Mugello ad una più forte coesione politica. E, questo, nonostante il « singolare l’atteggiamento del Pdl, che a livello nazionale dice di voler semplificare le istituzioni e poi a livello locale non lo fa e vota contro ma quantomeno sente il dovere di partecipare al voto».

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »