energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Ancora un omicidio-suicidio: stavolta a Pisa Notizie dalla toscana

PISA – Dopo la tragedia dei due fratelli valdarnesi, ancora una scioccante cronaca di omicidio-suicidio. Stavolta siamo a Pisa. È notte, e padre e figlio si sono dati appuntamento in garage. Bernardo Bandettini, ricercatore quarantaquattrenne della Facoltà di Odontoiatria all’Università di Pisa, non condivideva la relazione che il padre, Maurizio, intratteneva con una donna romena. Noto dentista di 74 anni, Maurizio Bandettini si era separato dalla moglie quando il figlio era ancora molto piccolo ed aveva avuto una figlia dalla nuova compagna. Da tempo questa complessa situazione familiare tormentava Bernardo, che soffriva di depressione. Neppure la morte della seconda compagna del padre, avvenuta lo scorso anno per una grave malattia, aveva fatto riavvicinare i due. Bernardo, come spiegherebbe una lunga lettera ritrovata dagli inquirenti, rimproverava al padre di aver abbandonato la sua famiglia per trasferirsi da Pisa a Livorno. Martedì sera intorno alle 22.30 i rancori e la rabbia di Bernardo sono arrivati al culmine e, mentre discuteva con il padre all’interno della sua Audi A8, ha estratto dalla tasca la pistola ed ha freddato l’uomo con due colpi da distanza ravvicinata. Ha quindi rivolto l’arma verso di sé e si è sparato in testa. Sull’omicidio-suicidio, avvenuto in un garage seminterrato di via Pascoli, nel centro della città, indagano i carabinieri di Pisa.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »