energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Anna Miano, giovane fotografa in azione Cultura, My Stamp

Firenze – Figlia di collezionisti, amanti dell’arte in ogni sua forma espressiva, Anna Miano scopre il suo amore per la fotografia durante gli anni del liceo, a Firenze.

La Reflex che il padre le regala diventa da subito la sua inseparabile compagna. Se la porta dietro ovunque e instancabilmente osserva e coglie l’attimo, interessata principalmente ai dettagli dei paesaggi urbani , in cui l’essere umano è parte, ma non il protagonista.

Non sente la necessità di apprendere una tecnica: fotografa liberamente tutto ciò che le piace sul momento, impostando la sua Reflex in automatico, coglie i particolari, i dettagli apparentemente insignificanti.

Il suo “corso di fotografia” consiste piuttosto nello studio accurato del libretto di istruzioni della macchina fotografica. La sua scelta di non seguire lezioni di fotografia è consapevole e motivata dal bisogno di non “perdere tempo” seguendo una procedura al momento dello scatto.  Le sue immagini sono “pulite”, non toccate da Photoshop.

Nel corso del tempo il suo raggio d’azione si estende ai paesaggi urbani, alle immagini riflesse nell’acqua, anche quelle delle pozzanghere che si precipita a fotografare non appena cessa la pioggia, oppure quelle della prima neve all’alba.

Almeno per il momento i ritratti non le interessano e nelle sue foto “l’essere umano ha valore come parte del contesto urbano che lo ospita“.

Note tecniche

Per almeno due anni Anna ha continuato a scattare incessantemente immagini senza condividere e mostrare  il proprio lavoro. Anche a causa dell’alto costo, stampa su carta solo poche fotografie, quelle che appende in casa. Recentemente ha esposto le sue foto nel “locale da bere”  Brocante, a Torino, in via Borgo Dora.

Il futuro

Il futuro se lo  immagina come un viaggio, alla ricerca di nuove immagini da cogliere. Un viaggio molto personale, dove  la fotografia è parte del suo “ambiente privato” in cui muoversi felice, libera da apprezzamenti e commenti. Sperimenterebbe volentieri l’esperienza del reportage in contesti e ambienti di vario genere e natura.

 Anna prosegue i suoi studi al DAMS di Torino e in questa città collabora al Festival delle colline torinesi,

Vedi anche la Mostra online

Print Friendly, PDF & Email

Translate »