energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Antiterrorismo: modello Italia al servizio delle polizie europee STAMP - Università

Pisa – Una cooperazione con la Direzione Nazionale Antimafia e Antiterrorismo è stata avviata da una docente di diritto penale all’Istituto Dirpolis (Diritto, Politica, Sviluppo) della Scuola Superiore Sant’Anna, Gaetana Morgante. Obiettivo: implementare la cooperazione giudiziaria nella prevenzione e nel contrasto del terrorismo internazionale.

La professoressa è responsabile del progetto europeo JUSTICE (Judges Uniting to Stop Terrorism with International, Constitutional and European Law), e il progetto è finanziato dalla DG Justice della Commissione Europea.

Lo scopo è studiare le “prassi migliori” a livello internazionale, elaborando linee guida per i giudici e svolgendo attività di alta formazione per assicurare che il contrasto a questa gravissima forma di criminalità rispetti i diritti umani fondamentali e le garanzie dell’imputato.

“La collaborazione con la Direzione Nazionale Antimafia e Antiterrorismo sarà un importantissimo valore aggiunto per il progetto – sottolinea Gaetana Morgante – perché la pluridecennale esperienza maturata dal sistema italiano nel contrasto alla criminalità organizzata e al terrorismo potrà essere ulteriormente valorizzata nel più ampio contesto europeo”.

Il nuovo progetto di cooperazione, che coinvolge diversi altri partner internazionali, vede impegnati anche altri docenti e ricercatori dell’Istituto Dirpolis (Diritto, Politica, Sviluppo) della Scuola Superiore Sant’Anna, come Alberto di Martino, docente di diritto penale;Giuseppe Martinico, docente di diritto pubblico comparato; Francesca Biondi Dal Monte eGiacomo Delledonne, rispettivamente ricercatrice in diritto costituzionale e assegnista di ricerca in diritto pubblico comparato.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »