energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Raffineria Eni, lavoratori in sciopero: “Tavolo istituzionale” Cronaca

Livrono –  Otto ore di sciopero e presidio dei lavoratori: in discussione, per mancato rinnovo degli appalti dello stabilimento, 120 posti di lavoro, spiegano i sindacati Fim, Fiom e Uilm.

E’ scattato oggi uno sciopero di otto ore, con assemblea e presidio dei lavoratori delle ditte d’appalto davanti alla raffineria Eni di Livorno. Lo sciopero di 8 ore, accompagnato da un presidio, è stato proclamato da Fim, Fiom e Uilm,  ed è legato al rinnovo degli appalti all’interno dello stabilimento che, secondo quanto affermano i sindacati, ha escluso alcune ditte mettendo in discussione circa 120 posti di lavoro.

“La richiesta delle organizzazioni sindacali e di aprire un tavolo tecnico con l’azienda Eni e con quelle dell’indotto, anche presso la sede della Prefettura. La Cgil Toscana auspica che un incontro avvenga entro la fine di questa settimana, e che vada nel percorso indicato nell’Accordo di programma dove si cerca di mantenere lavoro per tutti e ampliarlo nel prossimo futuro, anziche perdere posti”. E’ quanto ha spiegato il sindacalista di Cgil Toscana, Mirko Lami uscendo dall’incontro fra parti sociali e prefetto di Livorno.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »