energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Applausi per Marcaccini, trionfo ai Campionati Italiani di Coastal Rowing Sport

Un quinto posto, qualche rimpianto ma la consapevolezza che questa barca ha ancora margini di crescita, come tutto il movimento Adaptive in Italia, e che quindi Rio de Janeiro 2016 non è poi così lontana. E’ il bilancio della Paralimpiade londinese di Andrea Marcaccini, il vogatore della Società Canottieri “Firenze” che domenica nella finalissima a cinque cerchi del quattro con misto LTA assieme ai compagni Pierre Calderoni, Florinda Trombetta, Mahila Di Battista ed al timoniere Alessandro Franzetti si è dovuto accontentare della quinta piazza. Ce l’ha messa tutta la barca azzurra con Andrea al terzo carrello, ma probabilmente a tradire le attese del quintetto italiano, oltre magari a un po’ di esperienza (a parte la milanese Trombetta, classe 1981, giovanissimi i restanti componenti: ‘87 Di Battista, ’92 Marcaccini, ’94 Calderoni, ’91 il timoniere Franzetti, comunque già oro paralimpico a Pechino 2008), è stato anche il grande recupero di sabato, dove gli azzurri per accedere in finale hanno dato il 110%. In finale, dietro Gran Bretagna e Germania che battagliavano per le prime due piazze, Andrea e compagni hanno combattuto con tutte le forze per il bronzo fino oltre la metà gara, ma poi la freschezza maggiore dell’Ucraina è venuta fuori, unitamente alla Cina che è riuscita a sopravanzare l’Italia, quinta alla fine a quattro secondi e mezzo dal podio e davanti agli Stati Uniti. Adesso chiusa questa comunque felice parentesi di Londra 2012, Marcaccini torna a disposizione del direttore tecnico biancorosso Luigi De Lucia e dei compagni della Canottieri “Firenze”, ci sono dei campionati italiani come quelli Under 23, Senior e in Tipo Regolamentare da preparare al meglio, e il primo step di avvicinamento è già dietro l’angolo: domenica 9 settembre a San Miniato si assegnano i titoli regionali per tutte le categorie.
Intanto nuove soddisfazioni per il circolo biancorosso arrivano dai Campionati Italiani di Coastal Rowing, il canottaggio costiero che quest’anno ha assegnato i tricolori sulla consueta distanza dei 6 chilometri a San Benedetto del Tronto. Per la “Firenze” successo nel quattro Coastal Master categoria Over 55 con gli intramontabili Leonardo Magnatta, Simone Santi, Giorgio Bani e Alberto Menini, che guidati al timone da Carla Ragionieri hanno coperto il percorso in poco meno di 35 minuti, infliggendo circa un minuto al Sanremo e sette e mezzo all’Arolo. Altro equipaggio biancorosso in gara il due Coastal Master categoria 43-55 anni con Jacopo Grassi e Alessandro Amorini, che ha chiuso al nono posto nella regata vinta dai triestini della Pullino su Cerro Sport e Elpis Genova.
Nella  foto sotto Marcaccini al terzo carrello in un momento della finale paralimpica e  sopra il quattro Master campione d'Italia, da sx. Santi, Magnatta, Ragionieri, Bani, Menini.

marcaccini_finaleLondra.JPG

 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »