energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Appuntamento a Prato con il Burraco solidale Cronaca, Società

Prato – Importante appuntamento con  la solidarietà  a Prato. Il Lions Club Prato Curzio Malaparte con il supporto logistico dell’a.s.d.Passatempo, ha infatti organizzato un Grande Burraco di Beneficenza a favore dell’AIMA, l’associazione italiana che si occupa dei malati di alzheimer.

In città non mancano i circoli che organizzano i tornei di Burraco: Allegra mente di Antonella Sanesi, Gioco Prato di Anna Lombardi (Msp),il Ventaglio di Anna Vannucci (Fitab),oltre il Passatempo di Laura Colzi. Gli iscritti ai vari circoli sono in crescita,(il Passatempo ne conta già 250), e registrano una presenza femminile maggiore rispetto a quella maschile ma anche un’adesione sempre più frequente di giovani.

La signora Antonella Giacomelli Arinci moglie di un socio del club Lions, ci ha detto che non è la prima volta che con questo club Lions del distretto 108LA,lei organizza dei tornei di Burraco a favore di enti o associazioni che si dedicano a persone che vivono situazioni di fragilità.
Ed è importante che quest’anno l’iniziativa sia rivolta all’associazione Aima, il cui ricavato sarà devoluto per aiutare le famiglie e sostenere progetti di assistenza ai malati di Alzheimer. I numeri in Italia dicono che l’Alzheimer rappresenta la forma più frequente di demenza e ne soffre il 60-70% di tutti i soggetti, per un totale di 50 milioni di persone nel mondo, in special modo  donne.
Numeri che, secondo le stime dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), sono destinati a triplicare entro il 2050, perchè di tratta di una malattia associata all’invecchiamento. In Italia sono 1.241.000 gli individui affetti da demenze e, di questi, si stima che siano oltre 600.000 le persone colpite da Alzheimer.
In pratica un ultra 85enne su quattro soffre di questa patologia che comporta una serie di disagi non solo per chi ne è affetto,(nonostante la ricerca manca a tutt’oggi una cura),ma anche per i familiari. E si calcola che sono  circa 3 milioni i soggetti direttamente o indirettamente coinvolti nell’assistenza ai malati.
(lunedi 15 aprile alle ore 20.45 presso l’Art Hotel in Via della Repubblica, 285)
Print Friendly, PDF & Email

Translate »