energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Arbitro e papere, Di Natale da sogno a incubo, viola ko Sport

La Fiorentina è impegnata al Friuli di Udine, contro una delle squadre più in forma del campionato di serie A, capace di perdere solo 1 volta nelle ultime 12 partite e imbattuta nelle ultime 5. Solo una settimana fa i ragazzi di Guidolin, trascinati dal solito Totò Di Natale, hanno schiantato l'Inter per 3 a 0. Una settimana fa la Fiorentina, impressionando per il gioco espresso, ha vissuto sulla propria pelle la dura legge del calcio perdendo contro un Pescara che ha tirato in porta due volte trovando altrettante reti. Le due squadre arrivano alla sfida di campionato con due stati d'animo molto diverso, ma entrambe volenterose di vincere. L'Udinese ha voglia di vendicarsi, dopo la sconfitta nella prima di campionato a settembre e in Coppa italia, partite nelle quali la Fiorentina non ha impresso il solito calcio spettacolo, ma ha portato a casa i tre punti. La Fiorentina ha voglia di riscattarsi dopo la sconfitta con il Pescara e Vincenzo Montella stupisce tutti mandando in campo due sorprese: Tomovic e Ljajic al posto di Roncaglia e Toni. La mossa soprattutto in difesa è rischiosa, ma dettata dal fatto che in sette giorni la Fiorentina avrà tre partite da giocare, Roncaglia è, assime a Rodriguez un inamovibile della della formazione titolare, ma Vincenzo Montella ha deciso di risparmiarlo per fargli tirare un po' il fiato. Romeo di Verona fischia il calcio d'inizio ed è subito gara vera, entrambe le squadre sono molto aggressive a centrocampo e la Fiorentina va al primo tiro della partita al 4' minuto di gioco con Cuadrado di testa servito dalla tre quarti, ma il pallone esce a lato. Partita vivace al Friuli di Udine, con la Fiorentina che cerca di tenere le redini della partita, ma Totò Di Natale e Lazzari tengono in apprensione la squadra viola. Al 19' arriva la rete del vantaggio della Fiorentina, Lazzari stende nella tre quarti viola Cuadrado, il calcio di punizione è battuto da Borja Valero che col contagiri trova l'inserimento perfetto di Gonzalo Rodriguez, Brkic intusice, ma il colpo di testa è potente e dopo aver sbattuto sul palo è proprio il portiere friulano a spedire il pallone in rete. 

La Fiorentina dopo la rete del vantaggio deve subire la riscossa dell'Udinese, la reazione dei friulani è fulminea, ma la difesa viola è compatta e i bianconeri non impensieriscono Neto. Al 36' la Fiorentina ha l'opportunità di chiudere il match già nel primo tempo: tomovic scende sulla fascia sinistra, arriva in fondo al campo e va al passaggio basso in area, il tiro di Aquilani è potente ed angolato, ma Brkic ci arriva e devia il pallone.  Al 44' la Fiorentina spreca il vantaggio costruito e Migliaccio ruba palla in area a Domizzi in scivolata, Romeo non ha dubbi e fischia il calcio di rigore, sul dischetto si presenta Di Natale che realizza il pareggio spiazzando Neto. Dubbia la decisione della terna arbitrale, il rigore concesso ai padroni di casa è molto generoso e farà sicuramente discutere.  Il primo tempo si conclude con il risultato di pareggio tra Udinese e Fiorentina, con la viola che non ha concesso niente fino al 45' minuto quando su una mischia in area  è nata l'occasione per il calcio di rigore alla squadra di Guidolin che ha capitalizzato al massimo l'opportunità.

Al duplice fischio di Romeo che sancisce la fine del primo tempo, Gonzalo Rodriguez è intervistato da Skysport e il giocatore viola si esprime così sul rigore concesso ai friulani: "Il rigore? Non so perchè l'arbitro abbia fischiato, per noi non era rigore. Nel secondo tempo dobbiamo fare meglio". La Fiorentina ha giocato un buon primo tempo e meritava di concludere la frazione di gioco in vantaggio, sicuramente il rigore farà discutere nel post partita.

La Fiorentina torna in campo con la voglia di trovare subito il gol del vantaggio, al 48' l'azione tra Borja Valero e Jovetic al limite dell'area porta lo spagnolo al tiro, dopo un uno due di tacco, ma il tiro è murato dai difensori. Al 59' La Forentina vicinissima al vantaggio, Ljajic riceve palla in profondità entra in area e scarta il portiere, ma il suo tiro è murato dal difensore a porta sguarnita. L'Udinese si difende con 10/11 della squadra, sembra di rivivere la partita di sette giorni fa, con la Fiorentina tutta nella metà campo friulana col pericolo di subire il contropiede letale. Al 66' l'Udinese passa in vantaggio, Di Natale scatta sul filo del fuorigioco e solo davanti a Neto buca il portiere brasiliano. Nemmeno il tempo di riprendersi dalla rete subita e Muriel va al tiro dai 25 metri che sorprende Neto con un rimbalzo proprio davanti al portiere e l'Udinese è sul 3 a 1.  La Fiorentina cerca la reazione, con l'ingresso di Toni cerca di sfruttare i suoi centimetri e al 70' la punta protegge il pallone e serve Aquilani, ma il suo colpo di testa esce alto sul fondo.  La Fiorentina perde 3 a 1 sul difficile campo di Udine e scivola al quinto posto in classifica, vedremo se ci srà il tempo di somatizzare la sconfitta, perchè mercoledì a Firenze arriva la Roma e quattro giorni dopo, sempre al Franchi, il Napoli di Mazzarri che ha vinto per 3 a 0 contro il Palermo e si è assestata al terzo posto in classifica.

UDINESE (3-5-2): Brkic (40' Padelli); Heurtaux, Danilo, Domizzi; Basta, Pereyra (45' allan), Pinzi, Lazzari, Pasquale; Muriel (75' Silva), Di Natale (A disp. , Pawloski, Marques, Angella, Faraoni, Coda, Fabbrini, Antunes, Merkel, Maicosuel). All. Guidolin
FIORENTINA (3-5-2): Neto, Savic, Rodriguez, Tomovic (70' Toni), Cuadrado (76' Romulo), Aquilani,Migliaccio, B.Valero, Pasqual, Ljajic (79'Ljajic), Jovetic. (A disp. Viviano, Lupatelli, Roncaglia, Seferovic, Llama, Toni, Romulo). All. Montella
ARBITRO: Romeo di Verona
RETI: 19' Brkic (aut.), 46' Di Natale (rig.), 66' Di Natale, 67' Muriel
AMMONIZIONI:  45' Pinzi, 45' Aquilani, 58' Lazzari, 63' Rodriguez, 92' Borja Valero

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »