energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Archiviazione inchiesta Sant’Anna di Stazzema: la vicinanza di Tavarnelle Val di Pesa Notizie dalla toscana

Dopo l’archiviazione delle indagini sulla strage di Sant’Anna di Stazzema da parte della Procura di Stoccarda e l’intervento del presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, anche il sindaco di Tavarnelle Val di Pesa (Firenze), Sestilio Dirindelli, ha scritto al sindaco di Stazzema, Michele Silicani, per testimoniare la vicinanza dei suoi concittadini alla comunità di Sant’Anna. «Mi unisco – ha scritto Dirindelli – con solidarietà a nome dell'amministrazione comunale di Tavarnelle, all’amministrazione, alla popolazione e alle famiglie della comunità di Stazzema per l'ingiustizia ancora una volta subita che porterà ad intraprendere un ulteriore percorso burocratico e il conseguente rinnovarsi di momenti di sofferenza. La vicinanza e la solidarietà che intendiamo dimostrare non è solo per questo momento, ma comprende anche una disponibilità ad essere presenti al percorso che l’amministrazione comunale di Stazzema vorrà avviare». Anche Tavarnelle Val di Pesa è impegnata, da anni, nella ricerca della verità su una strage di contadini avvenuta il 23 luglio del 1944 ad opera delle truppe nazifasciste. «Quella di Pratale – ha proseguito il sindaco di Tavarnelle – è una verità che non ci stancheremo di cercare, per ricordare la scia di sangue dei contadini massacrati dai nazifascisti occorre fare ogni giorno di più, non basta ricordare è necessario riportare alla luce la verità, individuare i responsabili di un crimine che ha seminato terrore, ha tolto la vita a dodici uomini e provocato lo strazio delle rispettive famiglie; non dimenticare le vittime è un dovere e un obbligo morale». In totale, secondo le ultime ricerche, furono 12 i contadini uccisi dai soldati nazisti.

Foto: http://www.campidisterminio.altervista.org

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »