energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Area crisi Massa: protocollo con Iglom da 2,7 milioni Economia

Massa – Il presidente della Regione Toscana Toscana, Enrico Rossi, ha firmato con Iglom Italia spa un protocollo di insediamento, un intervento a sostegno della riconversione e riqualificazione industriale dell’area di crisi industriale di Massa e Carrara. Ne dà notizia un comunicato dell’Agenzia per l’informazione della Giunta regionale.

L’azienda ha in programma investimenti per 7 milioni di euro, la metà dei quali per macchinari che la porteranno ad incrementare l’occupazione di 27 unità. Con il protocollo sottoscritto viene agevolata una prima tranche di interventi pari a 2,7 milioni. La Iglom Italia spa e il suo presidente Emilio Ricci, si sono aggiudicati un finanziamento regionale di 451.428 euro.

L’Industria grassi lubrificanti oli minerali, un’azienda che opera dal 1978 nel settore della miscelazione di oli minerali, produzione di grassi lubrificanti, riempimento e stoccaggio per conto di terzi, oggi diventata leader nel mercato della produzione e del confezionamento di lubrificanti. Il suo programma di investimento consiste nel recupero e nella valorizzazione dell’area dismessa ex Eaton e nella creazione di una nuova linea di produzione, parallela a quella già esistente. Si tratta del ricondizionamento dell’immobile e l’acquisizione delle attrezzature volte ad avviare la nuova linea produttiva con macchinari di ultima generazione, avanzati e intelligenti. Prevede una forte automazione industriale e un più efficiente uso dell’energia nei processi produttivi. La scelta di realizzare il progetto è stata dettata dall’esigenza di ottenere nuovi spazi per ottimizzare la gestione degli ordini e ampliare l’offerta dei servizi.

Attualmente l’impianto principale occupa una superficie di 20.000 mq di cui 8.000 coperti, ha una capacità di stoccaggio di prodotti sfusi di 3.680 mc (su un totale di 51 serbatoi) e due magazzini semiautomatici di prodotti confezionati con una capacità totale di 6.635 mc. Dal 2011 al 2013 il fatturato ha compiuto un notevole balzo in avanti, registrando in soli due esercizi un +55% che lo ha portato da poco meno di 10 milioni a oltre 15 milioni di euro.

Il progetto di ampliamento aziendale permetterà ad IGLOM di far fronte alle crescenti richieste dei suoi clienti. Il nuovo capannone è di fondamentale importanza se l’azienda non vuole perdere importanti commesse, che andrebbero a vantaggio della concorrenza. Quindi, il principale vantaggio rispetto ai competititori sarà la possibilità di fornire grandi quantitativi di ordinazione in tempi rapidi, cosa che le permetterà di mantenere i propri clienti e avere la meglio sulle aziende concorrenti.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »