energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Aree produttive da riqualificare, al via il bando regionale da 15 milioni di euro Economia

La Regione Toscana ha presentato oggi il bando che finanzia con 15,7 milioni di euro progetti di riqualificazione  di arre produttive. I destinatari sono Comuni, Comunità Montane, Province, enti pubblici, singoli o consorziati. Ma anche reti di imprese, società miste pubblico-private, fondazioni o atenei. «Con questo nuovo bando, che finanzia progetti sia a fondo perduto, fino a un massimo del 60% dell’investimento, che con finanziamento agevolato, con finanziamento del 100% dell’investimento restituibile in un arco di tempo da 5 a 10 anni, vogliamo promuovere sia il recupero di aree già esistenti che la creazione di nuove aree – ha spiegato Gianfranco Simoncini, assessore regionale alle attività produttive – I progetti d’investimento potranno prevedere ogni tipo d’intervento finalizzato a rendere il territorio più appetibile a per nuovi investitori, a rendere più facili gli insediamenti ed a ridurre i costi delle imprese già insediate. Il bando finanzierà interventi su infrastrutture, energia, ambiente e tutto ciò che faccia fare un salto di qualità all’area produttiva». Il 15% delle risorse viene riservato alle Comunità Montane. «Un scelta – ha specificato Simoncini – per contrastare lo spopolamento e il declino economico delle aree montane favorendo lo sviluppo di aree produttive in loco». L’assessore ha ricordato che «la Regione Toscana ha messo in campo, nei primi 3 mesi del 2012, ben 110 milioni di euro per il sostegno al sistema produttivo, con bandi per l’internazionalizzazione, l’acquisto di servizi qualificati per le Pmi, il sostegno al credito e altro». Oltre a ciò, Simoncini ha citato anche i 15 milioni d euro della legge sull’imprenditoria giovanile che ad oggi ha raccolto oltre 200 richieste di finanziamento, ed il bando per Ricerca e sviluppo, chiuso il 15 marzo, per ulteriori 70 milioni, e sul quale sono pervenute 292 domande, coinvolgendo 928 imprese, il tutto per un ammontare dell’investimento previsto nei progetti richiedenti di 565 milioni di euro. «Entro Maggi – ha concluso Simoncini – spero che il Consiglio approvi la legge sulla competitività proposta dalla giunta, che tra i vari strumenti prevede anche l’utilizzo della leva fiscale per le imprese virtuose, cioè quelle che fanno rete, innovazione e creano lavoro».

 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »