energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

Arezzo, imprese in stato crisi: 210mila euro per formare i lavoratori Notizie dalla toscana

È questo il contenuto del bando del servizio "Lavoro e formazione professionale" della Provincia di Arezzo che ha come obiettivo quello di sviluppare sistemi di formazione continua e sostenere l’adattabilità dei lavoratori, nell’odierno mercato del lavoro; aumentare le opportunità formative lungo tutto l’arco della vita, come previsto dal protocollo di Lisbona, innalzando i livelli di apprendimento e conoscenza; creare reti tra università, centri di ricerca e mondo produttivo con un occhio di riguardo per l’innovazione. Il bando destinerà 50.000 euro per i progetti e 163.167,31 per i voucher formativi.
Nel primo caso (con un tetto di 15.000 euro per ogni singolo intervento), l’azienda dovrà organizzare un progetto formativo che avrà come obiettivo quello di far apprendere a un gruppo di lavoratori (minimo 10, coinvolti nei processi di ristrutturazione) una nuova mansione, in modo da essere continuamente competitivi sul mercato del lavoro.
I voucher, per i quali sono stati destinati 163.167,31 euro, invece, sono processi formativi individuali e devono favorire l’acquisizione di competenze rivolte all’innovazione tecnologica e al trasferimento tecnologico alle imprese (con un tetto di 2.000 euro per ogni singolo lavoratore).
"In un momento di crisi globale e strutturale come questo – afferma Carla Borghesi, assessore provinciale "Lavoro e formazione professionale" – mi preme sottolineare, ancora una volta, l’impegno della Provincia di Arezzo nel reperimento di risorse che possano concedere sbocchi reali nel mercato del lavoro per i dipendenti in cassa integrazione straordinaria e in deroga, da una parte, e ridare fiato alle imprese in difficoltà del nostro territorio, dall’altra".

Il bando scade il 24 febbraio alle ore 12. Le aziende interessate a presentare la domanda di finanziamento (massimo 30.000 euro per ogni singola impresa) devono consultare l’albo pretorio della Provincia o il sito www.provincia.arezzo.it. Per ulteriori informazioni contattare il numero verde 800 440 440.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »