energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Arno: un accordo per migliorarne la navigabilità Ambiente

Contrastare l’insabbiamento della foce dell’Arno e mantenere le condizioni di sicurezza per la navigabilità del suo tratto terminale: con questo obiettivo è stato firmato oggi un accordo tra Regione Toscana, Provincia e Comune di Pisa.
Le tre amministrazioni si impegnano ad intervenire con opere di movimentazione del fondale per un valore di 60.000 euro, 25.000 dei quali stanziati dalla Regione Toscana, 25.000 dal Comune di Pisa e 10.000 dalla Provincia di Pisa che ha eseguito anche la progettazione e svolgerà la direzione lavori.
L’accordo è stato firmato dall’assessore regionale alle infrastrutture Luca Ceccobao, dall’assessore provinciale all’ambiente di Pisa Walter Picchi e dall’assessore comunale ai lavori pubblici di Pisa Andrea Serfogli.
L’accordo firmato questa mattina in Regione – spiega l’assessore Ceccobao – prosegue una serie di interventi volti a favorire lo sviluppo della cantieristica lungo il Canale dei Navicelli e la riqualificazione ed il consolidamento dell’intera via navigabile, con l’obiettivo di potenziare l’intero sistema navigabile tra la Darsena pisana, il porto di Livorno ed il centro di Pisa. Vanno in questo senso, cioè verso la generale valorizzazione dell’area, anche la futura riapertura dell’incile d’Arno e il completamento del porto turistico di Marina di Pisa”.
Un accordo rilevante, secondo l’assessore provinciale Walter Picchi, “anche perché permette di dare risposte alle aziende che operano nella golena d’Arno e svolgono attività di rimessaggio”. Per l’assessore del Comune di Pisa Andrea Serfogli si tratta di “un bell’esempio di collaborazione istituzionale e sensibilità alle istanze del territorio da parte degli enti che consentirà nelle prossime settimane di realizzare un intervento che garantirà condizioni di maggiore sicurezza per la navigabilità dell’Arno”.
La Regione Toscana ha recentemente finanziato con un milione e 400mila euro il primo lotto delle opere per il consolidamento delle sponde del Canale dei Navicelli. Questo intervento si somma ad altri precedenti, tra cui i principali sono stati il ripristino e consolidamento dei lotti 2 e 3 (intervento da 10,97 milioni di euro, già concluso), del lotto 6 (intervento da 2,4 milioni, in fase di gara) e la realizzazione di vasche di fitodepurazione per il materiale di risulta delle operazioni di dragaggio del Canale Navicelli (intervento da 2,4 milioni di euro, già concluso).
Inoltre nei mesi scorsi è stato firmato l’Accordo di programma con il quale la Regione si è impegnata a contribuire con 35 milioni di euro alla realizzazione della foce armata dello Scolmatore d’Arno, un intervento che consentirà di migliorare anche le condizioni di accesso e di navigabilità tra il Porto di Livorno e il Canale dei Navicelli.

Crediti fotgrafici: nauticaversilia.com

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »