energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

Arrestato antiquario nell’aretino Breaking news, Cronaca

Arezzo – Un antiquario è stato arrestato nell’aretino dopo una complessa indagine, svolta dai carabinieri della compagnia di San Giovanni Valdarno (Arezzo) e della stazione di Levane, che ha visto la denuncia di altre tre persone.  L’accusa per l’antiquario è di aver rubato quadri del Seicento per rivenderli ad un sacerdote. 

Le indagini erano partite nel luglio 2017 a Città di Castello (Perugia), quando  un noto avvocato si era rivolto ai carabinieri per denunciare il furto di 3 tele del ‘600 e l’appropriazione indebita di una quarta, sempre dello stesso periodo. L’ultimo quadro lo aveva consegnato all’antiquario, per venderlo. Tuttavia, non aveva rivisto nè quadro nè soldi. Le indagini dei carabinieri si erano sviluppate attorno all’antiquario. Dalle indagini, emergerebbe che il furto fosse stato messo in atto proprio dall’antiquario con l’aiuto di due complici. Nel corso della vicenda, i militari si sarebbero imbattuti nel sacerdote che sarebbe apparso come destinatario finale delle opere d’arte. Sono dunque scattate le misure cautelari, arresti domiciliari per l’antiquario, obbligo di firma per i presunti complici e denuncia per ricettazione al sacerdote.

 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »