energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Arriva il nuovo bando case popolari: on line, aperto, e con l’Isee Cronaca

Firenze – L’attesissimo bando per l’assegnazione delle case popolari uscirà fra cinque giorni, il 27 settembre e rimarrà “aperto” per 60 giorni, ovvero fino al 27 novembre 2016. Presentato stamattina dall’assessore alla casa del Comune di Firenze Sara Funaro, dal dirigente di Servizio Casa spa Valerio Cantafio e dalla direttrice della Direzione Patrimonio immobiliare Lucia Bartoli. il nuovo bando si qualifica per una serie di novità che lo rendono senz’altro “diverso” da quanti lo hanno preceduto. 

Una fra le novità più evidenti è la natura di bando “aperto” che lo connota. “Bando “aperto” – spiega Funaro – in quanto abbiamo voluto fare una scelta che, presente nella normativa regionale, non era però obbligatoria: vale a dire, aprire una finestra temporale ogni anno per permettere  l’agggiornamento, invece di aspettare 4 anni come i bandi precedenti.  Il che consentirà agli utenti o di modificare producendo altri documenti la propria posizione, o di inoltrare domanda ex novo, magari per coloro che non hanno fatto in tempo o non possedevano i requisiti per rientrare nel bando odierno”. Due possibilità che vengono incontro alla fluidità delle situazioni delle famiglie che si sono velocizzate negli ultimi anni, come, ad esempio, la perdita del lavoro, il subentro di un nuovo figlio, nel caso dell’eventuale modifica dei requisiti, o, appunto, la modifica della dinamica economica di una famiglia che si trova nello status necessario per possedere i requisiti per l’accesso.

Per la prima volta la domanda dovrà essere presentata esclusivamente on line. “Un sistema – spiega Funaro – che consentirà di accorciare significativamente i tempi per la graduatoria definitiva, circa 3 mesi rispetto al passato”.  Un sistema che potrebbe spaventare molti soprattutto anziani. A questa eventualità il Comune si è preparato, dal momento che le prsone in difficoltà o per estraneità alla tecnologia o perché non possiedono tablet o computer, potranno rivolgersi a sei Punti di accesso assistiti (PAAS, dove saranno a disposizione dei pc), o ad altri sei soggetti, (associazioni e sindacati degli inquilini) che hanno risposto all’avviso pubblico del Comune e che forniranno strumentazione e assistenza per la corretta compilazione delle domande (in basso l’elenco completo).

funaro-cantafio-e-lucia

Requisiti. Fra i nuovi requisiti per l’accesso al bando  introdotti con la legge regionale 41 del 2015 (nota anche come legge Saccardi) fa il suo debutto l’introduzione dell’ISEE per il calcolo della soglia economica di accesso. A questo proposito, il richiedente deve possedere un ‘ISEE che, per l’intro nucleo famigliare di cui fa parte, non superi 1 16.500 euro annui. Una regola che, per esempio, crea qualche difficoltà di difficle soluzione per esempio per le giovani coppie non coabitanti (che dovranno presentare l’Isee della famiglia di origine) e in generale in tutti i casi di scissione del nucleo famigliare. Insomma in soldoni, per tutti coloro che, facendo parte di un determinato nucleo famigliare, avessero intenzione di chiedere l’accesso alla classifica Erp solo per se’, o per se’ e un famigliare, e così via. In quel caso, la dichiarazione Isee fotograferebbe solo il reddito dell’intero nucleo, con evidenti distorsioni nell’accesso.

Fra le novità c’è anche un cambiamento dei “valori” che servono per approntare la graduatoria: rilievo maggiore verrà riconosciuto alla presenza di anziani e disabili all’interno del nucleo familiare. l’esempio concreto è il seguente: ad oggi e fino alla pubblicazione della nuova graduatoria, un figlio in casa in stato vegetativo vale 2 punti, una famiglia che abita in pensione, albergo, istituto di soccorso, roulotte vale 5 punti. Con la nuova legge regionale, nella graduatoria successiva al bando erp 2016, a parità delle condizioni sopradescritte, il figlio invalido al 100% con necessità di assistenza avrà 4 punti mentre la famiglia ne avrà 2.

Altri requisiti necessari saranno l’obbligo di avere la residenza stabile in Toscana da almeno 5 anni, ovvero prestare attività lavorativa stabile ed esclusiva o principale nell’ambito della regione, e il requisito che nessun componente del nucleo familiare negli ultimi cinque anni deve avere occupato abusivamente un alloggio di edilizia residenziale pubblica.

Sempre fra i requisiti necessari e inderogabili: nessun componente del nucleo familiare deve essere proprietario in Italia o all’estero di un alloggio o avere un’abitazione in usufrutto o in uso (l’unica eccezione possibile riguarda la documentata indisponibilità delle proprietà assegnate in sede di separazione giudiziale o delle quote di proprietà); allo stesso tempo nessun componente del nucleo familiare deve essere titolare di beni mobili registrati (ad esempio auto, moto, barche) il cui valore complessivo sia superiore a 25.000 euro, a meno che non possa dimostrare che tale bene è utilizzato per attività lavorativa.

E per coloro che sono già in graduatoria col vecchio punteggio? “La graduatoria attuale resterà in vigore fino alla pubblicazione della nuova”, precisa l’assessore. Che aggiunge: “Rispetto al vecchio testo e soprattutto ai vecchi punteggi previsti dalla legge regionale 96/96, sui quali però si basa la graduatoria tuttora vigente e che resterà in vigore fino alla pubblicazione della nuova, riteniamo che con i nuovi punteggi e con la nuova graduatoria si possa ottenere un riequilibrio a favore di situazioni di disagio socio-economico di tipo diverso sopraggiunte rispetto al passato”.

Ma quanti sono gli immobili su cui l’amministrazione può contare “immediatamente” o quasi? Secondo quanto riferisce l’assessore Funaro, almeno 500. Un numero consistente che tuttavia deve fare i conti con una domanda sempre più crescente: del Bando del 2012, infatti, sono ancora 2mila ad aspettare la concreta assegnazione della casa.

Tornando infine alla domanda on line, dal momento che tutta la procedura da quest’anno sarà gestita in forma telematica, attraverso un processo informatico, il primo passo è acquisire le credenziali di accesso ai servizi on-line del Comune di Firenze. Le credenziali rappresentano un codice per poter accedere a tali servizi e sono composte da un ‘nome utente’ e da una ‘password’. Coloro che sono già in possesso dell’accreditamento per aver usufruito di altri servizi comunali on line (iscrizione dei bambini a scuola, richiesta di certificati anagrafici etc.) non devono fare niente perché potranno utilizzare le credenziali già in loro possesso.Alla domanda on line non dovrà essere allegata nessuna documentazione: certificati e documenti dovranno essere posseduti dal soggetto richiedente al momento della compilazione della domanda ed esibiti al Servizio Casa in sede di verifica dei requisiti. Per ulteriori informazioni: Call center del Comune di Firenze (055055) e Servizio Casa (055-2769613, e-mail sostegnocasa@comune.fi.it) .

Di seguito la lista, fornita dal Comune di Firenze, dei soggetti disponibili a supportare i cittadini nella compilazione e invio della domanda on – line.

ACLI SOLIDARIETA’ Firenze

Associazione di volontariato
Indirizzo: piazza di Cestello 3, Firenze.
Telefono: 055283795
E-mail: firenze@acli.it

Orari di apertura (telefonare prima per un appuntamento):
martedì dalle 14 alle 18
giovedì dalle 8 alle 14

CONIA – FENAPI Firenze

Organizzazione sindacale
Indirizzo: via Sant’Angelo 17, Firenze
Telefono: 0557533386
E-mail: conia.firenze@alice.it

Orari di apertura (telefonare prima per un appuntamento):
martedì, giovedì e venerdì dalle 9 alle 12 e dalle 16 alle 18

SICET Firenze
Organizzazione sindacale
Indirizzo: via C. del Prete 135, Firenze
Telefono 055326901 – 3393090950
Email: sicet_firenze@libero.it

Orari di apertura (telefonare prima per un appuntamento):
mercoledì dalle 13 alle 18 presso via Palazzuolo 114/R
venerdì dalle 13 alle 18 presso via C. del Prete 135

SUNIA Firenze e Provincia
Organizzazione sindacale
Indirizzo: via delle Porte Nuove 15/A, Firenze.
Telefono: 055367904 – 055368573
E-mail: sunia@suniafirenze.it

Orari di apertura (telefonare prima per un appuntamento):
dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 12.30 e dalle 13.30 alle 17

UNIAT Toscana
Associazione di promozione sociale
Indirizzo: via V. Corcos 15, Firenze.
Telefono 0557326199 – 3395736776
E-mail: r.zanieri@uiltoscana.it

Orari di apertura (telefonare prima per un appuntamento):
martedì dalle 9 alle 12 presso via V. Corcos 15 e dalle 15 alle 18 presso via L. Alamanni 23
mercoledì dalle 10 alle 12 presso via L. Alamanni 23
giovedì dalle 15 alle 18 presso via V. Corcos 15
venerdì dalle 9 alle 12 presso via L. Alamanni 23

Unione inquilini Firenze

Organizzazione sindacale
Indirizzo: via dei Pilastri 4/R, Firenze. Telefono 055244430
E-mail: firenze@unioneinquilini.it

Orari di apertura (telefonare prima per un appuntamento):
martedì, mercoledì e giovedì dalle 15 alle 19

 

PUNTI DI ACCESSO ASSISTITI (PAAS)

Patronato Uil
Via Vittorio Corcos 15, 055 7326199
E-MAIL: toscana@pec.italuil.it
Orari: lunedì ore 10-12, martedì ore 10-12 e 18-19, mercoledì ore 18-19

Centro pensionati Bellariva

Lungarno Aldo Moro 12, 055.679549
cs.pensionati.bellariva@gmail.com
Orari: martedì e giovedì, ore 16-19

Centro Anziani Villa Bracci

Stradone di Rovezzano 33, 055.6911536 villa.bracci@virgilio.it
Orari: lunedì ore 9-12, martedì e giovedì ore 15-17, mercoledì ore 10-12

Ireos
Via dei Serragli 3, 055.216907 info@ireso.org
Orari: da lunedì a giovedì, ore 18-20

Accademia Aliprandi

Via Ricasoli 22. 055.289496
E-mail: info@accademia-aliprandi.it
Orari: lunedì e mercoledì ore 15-19; venerdì ore 15-21
 

 

 

 

 

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »