energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Arrivano le Stelle di Natale, i consigli per mantenerle belle Notizie dalla toscana

Migliaia di Stelle Rosse di Natale – a differenza degli alberi di natale ormai soppiantati da quelli finti di plastica – stanno invadendo come ogni anno in questi giorni i negozi di fiori, i supermercati, le piazze e quindi anche le nostre abitazioni. Difficilmente manca in ogni famiglia. Sono però pochi coloro che sanno che nella nostra regione, la maggior parte delle stelle di Natale provengono dalla Versilia, ma che vengono coltivate anche a Firenze, e a Colle Val d’Elsa, con tecniche agronomiche più avanzate. Si tratta della filiera corta. L’importanza della filiera corta significa che sono piante di qualità che, una volta acquistate, resisteranno di più negli appartamenti, poiché non hanno subito lo “stress” del trasporto, ovvero degli sbalzi di temperatura, che invece fanno appassire più velocemente la pianta, che è molto sensibile alle correnti d’aria. Quindi, il cliente avrà speso per una pianta che durerà molto a lungo, anche grazie all’aiuto di semplici accorgimenti.

Oggi, grazie ad un esperto della Cooperativa di Legnaia, Simone Tofani, vogliamo darvi alcuni consigli per come riuscire a mantenere a lungo le vostre stelle di Natale.

“La prima cosa da fare per questa pianta, una volta acquistata – consiglia Tofani –  è di metterla in un luogo fresco, ma non inferiore ai 14 gradi, e mai direttamente vicino a fonti di calore. E’ importante  che abbia una luce solare mediamente per otto ore. In questo periodo, con le temperature più rigide, non vanno messe assolutamente fuori. Infatti consiglio di acquistare le Stelle in garden perchè garantiscano una temperatura adeguata. Altrimenti, una volta portata a casa, la stella appassisce prima del tempo".

“Molto importante è l’irrigazione: l’ideale sarebbe bagnarla nel sottovaso e non direttamente sulle foglie, una o due volte la settimana. Stare assolutamente attenti che  l’acqua che avanza venga buttata, in modo da non far marcire la pianta”.

Approfittiamo di questi consigli pratici per suggerirvi anche come mantenere a lungo il vostro albero di Natale, sempre che non siate ricorsi all’esemplare in plastica.

Prima di comprare l'albero preventivate l'acquisto con qualche giorno di anticipo per dare modo alla pianta di adattarsi al nuovo ambiente e distendere bene i rami, precedentemente imprigionati dalla rete per il trasporto.

Quindi, misurare accuratamente l'altezza del soffitto di casa, per non trovarsi con un albero troppo alto perchè all'aperto gli alberi sembrano molto più piccoli che all'interno.

Non andate alla ricerca di un albero perfetto perchè ogni esemplare tende ad avere un lato meno ricco di rami nella parte cresciuta verso nord e poi ricordatevi che si tratta di un albero vivo la cui naturale asimmetria è sicuramente compensata dall'autenticità dello stesso.

Per evitare di sporcare macchine e case scuotete l'albero prima di introdurlo in casa.

Una volta a casa sistemate l'albero in un luogo luminoso, fresco, lontano da fonti di calore, come stufe e termosifoni e al riparo da correnti d'aria, come porte e finestre al riparo da eventuali forti folate di vento.

Evitate addobbi pesanti per non spezzare i rami, non spruzzare neve sintetica e spray colorati perché l'albero e vivo e respira.

Mantenere la terra umida, ma non eccessivamente bagnata, anche con l'utilizzo di un nebulizzatore, che potreste applicare anche ai rami in assenza di fili elettrici.
 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »