energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Arrivato a Prato il materiale sanitario donato dalle associazioni cinesi Cronaca

Prato – Un primo importante carico arrivato dalla Cina a Prato per essere distribuito in ospedali e altre strutture per contribuire alla prevenzione e contrasto all’epidemia del Coranavirus.

Consegnata oggi nel primo pomeriggio all’Ospedale Santo Stefano di Prato una gran quantità di materiale sanitario alla presenza dei consiglieri regionali Ilaria Bugetti e Nicola Ciolini, dell’assessore al Comune di Prato Flora Leoni e del consigliere comunale Marco Wong.

Un’iniziativa umanitaria nata grazie alla collaborazione della Federazione dei Cinesi di ritorno d’oltremare della Provincia di Fujian, all’Associazione Culturale della Comunità Cinese di Fujian in Italia e alla Associazione per gli scambi culturali delle imprese Italia Cina.

“Subito dopo l’inizio della diffusione del coronavirus in Italia ci siamo attivati per organizzare la donazione di materiale medico. Abbiamo quindi contattato organizzazioni e associazioni varie che, sia in Cina che in Italia,  hanno subito risposto all’appello raccogliendo materiale come mascherine, camici monouso, guanti, occhiali protettivi e disinfettante”, ha così ha spiegato Bingzi Liu, presidente della “Federazione dei Cinesi di ritorno d’oltremare della Provincia di Fujian.”

I presidenti delle varie associazioni tra cui Hailong Zheng hanno ricordato poi la grande generosità, solidarietà e la vicinanza dell’Italia allo scoppio dell’epidemia in Cina nonché le buone relazioni tra i due paesi che sono partners e che si devono aiutare scambievolmente nei momenti di difficoltà.

L’epidemia non ha confini nazionali. Quando abbiamo notato che anche in Italia si stava diffondendo il coronavirus abbiamo voluto mostrare che il popolo cinese è disposto a lavorare con quello italiano per superare insieme le difficoltà”, ha dichiarato il Presidente Liu che ha poi ha augurato al nostro  Paese il ritorno in tempi brevi alla normalità. E ha aggiunto. “Anche dopo l’inverno più duro segue sempre la primavera. Combatteremo insieme contro l’epidemia e sempre insieme ne usciremo fuori”.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »