energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Arrivederci Steve Opinion leader

La mattina stessa ho ricevuto sms, mail e telefonate che volevano comunicarmi la notizia, nonostante io lo sapessi già dalle prime ore della mattina. Tutti recitavano "è morto Steve". Steve, senza Jobs, come se si parlasse di un parente, di un amico, di una persona vicina. Perché quello che ha fatto, trasmesso, ideato e concepito Steve Jobs, lo aveva reso uno di noi, un uomo sincero, diretto, limpido che sembrava ascoltasse proprio tutti noi. Singolarmente. Era un amico per me, per noi e per chiunque avesse provato e apprezzato quello che la sua Apple aveva creato. E questo era la sua forza, ancora prima delle idee e della grande creatività e inventiva che lo caratterizzavano. Se n'è andato un personaggio storico che ha ridisegnato l'informatica moderna, lo ha portata nelle nostre case, l'ha resa umana. Ci ha lasciato uno dei più grandi comunicatori e visionari del nostro secolo i cui insegnamenti rimarranno punto di riferimento per molti di noi che trattiamo di tecnologie, ma anche per chiunque altro… Uno di questi era un invito a vivere la propria vita seguendo le passioni, innamorandosi di cio' che si fa, imparando a non mollare mai e a osare, sempre, senza paura né timori.

Evito accuratamente di scrivere il classico coccodrillo, perché la rete si sta già riempiendo a dismisura di questi inutili interventi. Biografie, citazioni, fiumi di parole… ora che è morto. Troppo scontato.
Mi limito a comunicare il mio personalissimo "grazie" ad un uomo che mi ha cambiato (in meglio) la vita, mi ha insegnato tanto e, grazie alle sue invenzioni tecnologiche, mi ha dato diverse opportunità professionali e un modo per poterle seguire con passione. Sono sicuro che l'intera Apple sia l'unica "entità" in grado di raccogliere il testimone e continuare l'avventura… perché, come recitava Jobs, un imprenditore non potrà mai essere 'grande' se non sarà capace di riconoscere i veri talenti. I talenti che Jobs ha scoperto e voluto come compagni di lavoro, ci sono ancora. Apple c'è e Steve Jobs continuerà a vivere in essa.

Grazie, Steve. 

Maurizio Bonomi – Milano

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »