energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

“Arte in Vetrina” a Natale. Castelfranco diventa una galleria d’arte Notizie dalla toscana

Castelfranco di Sotto – Camminando per il Centro Storico di Castelfranco sembra di attraversare il corridoio di un grande museo. Un sogno ad occhi aperti? No, è l’iniziativa “Arte in Vetrina”, promossa dal Comitato Palio dei Barchini con le Ruote con la collaborazione ed il sostegno economico dell’amministrazione comunale, che ricrea nel cuore del paese l’effetto di una galleria d’arte a cielo aperto.

Nel periodo delle festività natalizie, nelle stradine del centro, è allestita un’esposizione di 16 stampe di opere d’arte molto famose che hanno come tema la Natività e l’Adorazione dei Magi.

I quadri firmati da Botticelli, Caravaggio, Rubens, Leonardo, Velasquez, il Correggio e altri celebri artisti, hanno trovato una nuova casa nelle vetrine di 8 fondi sfitti nel cuore del paese. Un modo per far vivere di cultura e bellezza la parte più antica di Castelfranco e scaldare gli animi in questo momento di emergenza sanitaria, in cui tante attività, tra cui purtroppo i musei, devono restare chiusi.

Le stampe ospitate nelle vetrine sono riprodotte in grandi dimensioni e ben visibili da vicino come non accade neppure nei musei da cui provengono: le pinacoteche italiane di Firenze, Palermo, Venezia ed estere, come quelle di Stoccolma, Madrid, Lione, Washington.

 

Per la realizzazione dell’iniziativa, i fondi sono stati concessi a titolo gratuito da parte dei proprietari. “Il Centro Storico di Castelfranco di Sotto diventa una galleria d’arte a cielo aperto con immagini che ritraggono la natività. Quale miglior dono per questo Natale così particolare?”, ha commentato il sindaco Gabriele Toti. “Voglio ringraziare il Comitato per questa idea così bella. Un vero e proprio omaggio per tutta Castelfranco. Un esempio di come il nostro paese possa rinascere grazie alle iniziative della collettività. Il nostro centro è ricco di storia e cultura, questa potrebbe la prima mostra en plein air che ospitiamo nelle strade del paese. Un’idea che supera le barriere imposte dalle norme anti-contagio. Questo “museo” infatti non può chiudere”.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »