energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Pasqua, pasticcerie artigianali: -16% di vendite Economia

Situazione a tinte fosche per l’intero comparto della produzione enogastronomica artigianale e industriale a livello regionale, visto che i toscani spenderanno per l’intera ‘tavola pasquale’ (dall’antipasto al digestivo) 211 milioni di euro (163 euro/famiglia) con una diminuzione del 10% rispetto al 2012. Le spese per i dolci (colombe, uova e similari) addirittura si contrarranno del 14% attestandosi sui 67 milioni di euro (52 euro/famiglia). A Firenze e Provincia – sottolinea Confartigianato Toscana –  i consumi di colombe pasquali ed uova di cioccolato artigianali sono andati a picco nelle 549 pasticcerie, panetterie e cioccolaterie artigianali. Mentre l'acquisto di prodotti artigianali di qualità è "una scelta di qualità e un modo per sostenere la piccola imprenditoria locale – osserva Giovanni Guidarelli, responsabile alimentazione per Confartigianato Firenze –. Meglio comprare un colomba e un uovo pasquali artigianali a famiglia, piuttosto che i prodotti dolciari standardizzati offerti sugli scaffali della grande distribuzione".

Pesante il calo registrato finora dalle vendite rispetto al 2012, ben il – 16%, nonostante la stabilità dei prezzi: tra i 24 e i 30 euro/kg per le colombe e tra i 42 e i 77 per le uova di cioccolato. Stabilità dei prezzi voluta, sottolinea Confartigianato, dal comparto degli artigiani a fronte dell’aumento dei costi di produzione (+1,3% del costo dei trasporti e +4,2% di quello dell’energia). Nel periodo pre pasquale è cresciuta invece, aggiunge Confartigianato Toscana, la domanda dei Quaresimali i biscotti a forma di lettere che sembra siano nati nella 2° metà dell’800 in un convento tra Prato e Firenze per diffondere le parole del Vangelo.

La vera colomba e le vere uova pasquali. La vera “colomba”, ricorda Confatigianato Toscana,  è quella fatta, per legge, con farina di frumento, uova fresche o tuorlo d’uovo (o entrambi, ma mai con percentuale in tuorlo inferiore al 4%), zucchero, burro (mai inferiore al 16%), scorze di agrumi canditi (minimo 15%), lievito naturale costituito da pasta acida e sale, glassatura composta da granella di zucchero e almeno il 2% di mandorle, fermentazione naturale da pasta acida. Le uova di cioccolato puro e tradizionale devono essere composte solo da pasta di cacao (cioè burro di cacao e cacao), zucchero, latte in polvere e aromatizzanti naturali.

Foto www.gustoblog.it
 

Print Friendly, PDF & Email

Translate »