energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Artimino, la Villa medicea “invasa” dai russi Prato

artimino russi

Una vera e propria enclave russa sulle colline toscane: per una sera, oltre 200 persone hanno avuto una full immersion di ospitalità italiana nella villa medicea “La Ferdinanda” ad Artimino, sulle colline di Carmignano. Tra lunghi abiti tradizionali realizzati con la seta locale, cena, fuochi d’artificio e spettacolo musicale del sosia di Adriano Celentano, la struttura ha ospitato la festa annuale della APL, azienda russa nel ramo farmaceutico ma che lavora con tecnologia italiana, un colosso con una rete di 100mila venditori che distribuiscono in dieci Paesi dell’Est europeo. Con queste premesse, facile comprendere coma la serata di martedì sia stata all’insegna del luxury: gli ospiti sono arrivati ad Artimino dagli aeroporti di Roma, Pisa e Firenze, e hanno trovato un red carpet con musica, fiaccole e drone per foto dall’alto. A scegliere Artimino è stato l’amministratore delegato dell’azienda, il 26enne Sergej Kulikov, che della Toscana è stato conquistato. “Conoscevo l’Italia, sono innamorato di questo Paese. Qui in Toscana abbiamo trovato ciò che desideravamo – spiega – dalla natura alla cucina, dall’ambiente alle persone dello staff (nessuno degli ospiti russi parlava italiano né inglese, ed è stato necessario chiamare diversi traduttori, ndr). Chi parte dalla Russia per venire in Toscana cerca emozioni, esperienze che cambino la vita”.

E così per una sera la Villa di Artimino – per l’occasione “rivisitata” in cirillico – è stata al centro di proiezioni a dimensioni naturali, spettacoli e fotografie. Uomini rigorosamente in smoking e donne in abito lungo, spesso dai colori sgargianti, hanno cenato in villa e poi dormito nel borgo medievale e all’hotel Paggeria Medicea prima di ripartire, l’indomani, per imbarcarsi su una nave.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »