energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Asp Montedomini, quasi concluso il piano vaccinale, a breve i nuovi ingressi Breaking news, Cronaca

Firenze – Asp Montedomini, un question time sollevato dal gruppo consiliare comunale Spc e rivolto all’assessore Sara Funaro, diventa occasione per fare un punto sulla questione dei vaccini in Rsa, ma anche circa la ripresa dei nuovi ingressi in lista di attesa e delle attività del Centro Diurno per disturbi cognitivi.

“Per quanto riguarda i nuovi ingressi – dice l’assessore Funaro – ad ora c’è il piano vaccinale in corso cui si è data priorità. L’Rsa Montedomini è la prima struttura in cui è partito, il 27 dicembre, mentre la seconda somministrazione è vvenuta il 7 gennaio, per Montedomini i sede, per gli ospiti negativi. Gli sopiti negativi di San Silvestro hanno ricevuto la prima somministrazione in data 13 gennaio, mentre la seconda somministrazione verrà effettuata nei 21 giorni successivi. altro dato importante, ad oggi tutti gli ospiti risultano aver superato lfase di contagio covid, dal momento che tutti gli ultimi tamponi sono risultati negativi. Vista la situazione ad ora la struttura è disponibile a ricevere nuovi ingressi, compatibilmente con quelle che sono le indicazioni che arrivano dall’Asl della zona. Per quanto riguarda il Centro diurno Athena, in data 20 gennaio gli utenti hanno ricevuto anche loro la prima dose del vaccino, nei locali di Montedomini, in cui sono stati trasportati dl persone, che, una volta terminata la somministrazione, li ha riportati a domicilio. Anche in questo caso, vista la situazione che si sta normalizzando, non ci sono problemi per la riapertura delle attività compatibilmente con quanto viene indicato. Per quanto riguarda lo scorrimento delle graduatorie, confermo che le graduatorie vengono scorse regolarmente per cui dipende dalla situazione delle singole strutture. Non mi risulta che ci siano problemi con la parte delle quote sanitarie. E’ chiaro che nelle strutture dove c’erano bolle di persone positive è stato utilizzato un importante criterio di precauzione. Per quanto riguarda il confronto con le parti sindacali, ricordo che il confronto, sia per quanto riguarda Montedomini stessa come struttura sia per quanto riguarda l’amministrazione comunale come società della salute, è un confronto costante”.

Pur mancando i dettagli per l’Rsa Abamelek, la buona notizia, dicono al termine della risposta dell’assessore Palagi e Bundu, è che “tutti gli spazi dovrebbero quindi riprendere a breve le loro attività, vedendo i nuovi ingressi alleggerire le liste di attesa (che rimangono una pagina anticostituzionale di diritti negati alla nostra popolazione).

Ci è stato anche detto che tutti i tamponi sono risultati negativi, quindi c’è la possibilità di ritornare almeno a livelli occupazionali e salariali pre-Covid-19, per cui è fondamentale prosegua il tavolo di confronto con le organizzazioni sindacali, che si è confermato voler portare avanti.
Ultima rassicurazione ottenuta: al Comune di Firenze non risultano problemi con la copertura delle quote sanitarie, nonostante fossero circolati dei dubbi a proposito in questi giorni. Non ci resta che verificare che tutto prosegua in questo modo, in attesa di un’azione politica definitiva che dia stabilità alle classi lavoratrici e riconosca piena dignità alla popolazione anziana e non autosufficiente”.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »