energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

Assemblea Donne dem, Cintelli: “Avviato il cambiamento” Politica

Firenze – Due giorni di webinar e una plenaria in presenza a Prato: è così che la Conferenza delle donne democratiche della Toscana ha deciso di organizzare la sua prima assemblea post covid-19. A partecipare sono state le aderenti da tutti i territori ma anche parlamentari, assessore, assessori, consigliere e consiglieri regionali, rappresentanti delle istituzioni locali, donne e uomini del mondo della cultura della ricerca, dell’Università.

Una tre giorni ricca di spunti e di momenti di riflessione attraverso la quale fare il punto della situazione rispetto ai risultati raggiunti dalla Conferenza e darsi nuovi e concreti obiettivi. Le organizzatrici fanno sapere che la soddisfazione per il lavoro svolto in questi mesi è moltissimo ma che in termini di piena e sostanziale parità di genere ancora c’è molto da fare, sia nelle istituzioni che nella politica.

“Dal febbraio del 2020 a oggi – ha dichiarato Tania Cintelli, portavoce regionale della Conferenza -, abbiamo messo in atto un cambiamento che mai ci saremmo aspettate, rimettendo al centro dell’azione politica una parola importante e preziosa: fiducia. Non sempre, la politica riesce a trasmettere tutto il buono che ha al proprio interno, tutte le energie positive che ogni giorno, silenziosamente, lavorano per il  bene delle comunità. Noi della Conferenza abbiamo provato a farlo, senza retorica, con schiettezza e libere da condizionamenti e logiche che non ci appartengono.

“Oggi, possiamo vantare di aver messo in moto un tangibile rinnovamento nel modo di narrare l’azione politica e di aver portato la questione di genere su ogni tavolo e, cosa ancora più importante, in ogni mente. Poter contare su una nuova forma del pensiero è il vero cambiamento. Molte donne e molti uomini delle istituzioni regionali grazie alla Conferenza hanno interiorizzato un dato: la parità di genere non è mai scontata. Certo, questo scalino deve essere abbattuto, ma già il fatto di poter avere al nostro fianco alleate e alleati pronti a dare il braccio a ogni donna è un goal.

“Nei venti mesi di vita del nostro organismo  – ha proseguito Cintelli – abbiamo raggiunto risultati politici, come l’affermazione forte del protagonismo femminile nel Partito Democratico della Toscana, ma anche risultati di Governo della Regione, come la legge sulla parità nelle nomine, grazie anche all’importante lavoro della Commissione pari opportunità regionale. Due esempi a cui si aggiungono una marea di azioni di sensibilizzazione che abbiamo messo in campo e che continuiamo ad animare grazie al contributo fondamentale delle portavoce e delle Conferenze provinciali. Penso a Radio FemminilePlurale, al nostro tour nei territori, al manifesto programmatico, ai tavoli di lavori tematici, alla stesura di contributi per le Commissioni regionali come nel caso del documento per gli Stati generali della salute, a Donne al congresso, la nostra campagna per fare in modo che la leadership del PD non sia prerogativa maschile, al grande lavoro per le elezioni amministrative e per quelle regionali”.
In questi tre giorni, abbiamo deciso di guardarci indietro per guardare avanti, insieme. Con tutto il coraggio e la determinazione che servono. Quando siamo partite, la nostra cara Livia Turco ci disse di essere “L’onda d’urto”, abbiamo seguito il suo consiglio. Abbiamo intenzione di farla crescere questa onda, con le donne e gli uomini che vorranno essere al nostro fianco. Il mio grazie va a tutte e tutti, a Cecilia D’Elia, nostra portavoce nazionale, al segretario Enrico Letta che ha voluto essere presente alla nostra assemblea con un contributo video, alla segretaria regionale Simona Bonafè, a ciascuna aderente e a chi, con noi, non ha mai ceduto il passo. Per costruire un mondo delle donne serve un nuovo paradigma, fatto di fiducia, nuova politica e nuovi sentimenti. Prossimi obiettivi? Tanti. Sicuramente, incontreremo presto il presidente Giani.”
Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »