energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Assemblea fiume insegnanti, da Scandicci no a ”La buona scuola” Società

Firenze – Continua oggi con altre assemblee nell’Empolese-Valdelsa, alla scuola Pontormo di Empoli, l’iniziativa di mobilitazione dei sindacati per coinvolgere il personale scolastico nel suo insieme (docenti, personale Ata, di ruolo e precari) in un dibattito allargato sul Ddl del governo Renzi. Insomma, la buona scuola non convince e in primis non cnvince proprio chi dovrebbe esserne attore. Così, 2mila lavoratori della scuola ieri si sono riuniti al cinema Aurora di Scandicci, in un’assemblea “no-stop” che si è protratta fino alle 18.

“La scuola di Renzi– dice Antonella Velani, segretaria della Cisl scuola di Firenze e Pratonon è buona. Siamo di fronte all’ennesima riforma, con una legge che stravolge tutto l’assetto democratico attualmente esistente”. Lo fa, continua, “senza alcun confronto con i lavoratori e la parte sindacale, chiudendo la porta a 80.000 lavoratori precari abilitati che da settembre non lavoreranno più perche le sbandierate assunzioni non li comprenderanno”.

Se questo è una parte della contestazione, l’altra si incardina profondamente in una critica di merito sul significato della riforma stessa: sempre secondo Velani, “la scuola di pensiero che trasmette il disegno di legge è quella dell’uomo solo al comando; scompare la libertà di insegnamento e la visione di una scuola come comunità educante, lasciando il posto a conflittualità e improvvisazione”.  

Print Friendly, PDF & Email

Translate »