energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Maggio, polemiche per l’assunzione di un nuovo dirigente Cronaca

La notizia che la Sovrintendenza avrebbe intenzione di assumere un nuovo dirigente per il Maggio Musicale Fiorentino si è tramutata immediatamente in una bomba ad orologeria. I lavoratori del Maggio, ha ricordato l’assessore regionale alla Cultura, Cristina Scaletti, hanno fatto grandi sacrifici ed hanno dimostrato segni di grande responsabilità, ed è per questo che anche solo pensare ad assumere una nuova figura manageriale per il teatro fiorentino appare quanto meno fuori luogo. «Dopo che si è chiesto un impegno diretto e personale ai presidenti della Regione e della Provincia e al sindaco di Firenze, leggere che la sovrintendenza del Maggio pensa di ricorrere ad una nuova assunzione per occuparsi di una cosa di cui, per la gravità della situazione , non può che occuparsi in prima persona, appare fuori luogo. Voglio augurarmi che la sovraintendente possa smentire rapidamente questa notizia», ha dichiarato l’assessore Scaletti. In un momento di crisi nel quale servono, quanto mai prima d’ora, misure d’emergenza, si possono chiedere sacrifici importanti, ma gli organi politici devono essere i primi a dimostrarsi disponibili a farli. La prossima settimana la Giunta regionale approverà un protocollo interistituzionale per sostenere il Maggio con risorse aggiuntive. Il protocollo è già stato approvato dalla Giunta della Provincia di Firenze e da Palazzo Vecchio e dovrebbe portare ad un incremento, seppur limitato, delle risorse a disposizione del teatro per il triennio 2012-2014. Il Maggio, ha ricordato oggi, 10 novembre, il presidente della Provincia di Firenze, Andrea Barducci, è un’istituzione da salvaguardare, e per sostenerla la Provincia, la Regione ed il Comune hanno predisposto questo accordo. Ma oltre che per il prestigio del territorio, il protocollo che verrà siglato dai tre enti toscani è volto a tutelare i lavoratori del Maggio e le loro famiglie, che hanno già fatto tanto per resistere alle ristrettezze economiche alle quali sono stati costretti. «In questa situazione di difficoltà risulterebbe oltremodo inopportuna l’assunzione di nuovi dirigenti per favorire l’esodo dei lavoratori», ha quindi detto Barducci circa la notizia della nuova assunzione, da parte della Sovrintendenza, di un nuovo manager per il Maggio. «Credo che la Sovrintendente, in un momento difficile e delicato come questo, debba tenere conto degli sforzi che tutti stanno facendo, a cominciare proprio dai lavoratori che hanno appena sottoscritto un accordo in cui mettono a disposizione una quota del loro trattamento di fine rapporto per fare uscire il Maggio Musicale Fiorentino dalla crisi», ha concluso il presidente della Provincia di Firenze.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »